Mobi e EyeFi Cloud: il kit dei fotografi

1192
0
CONDIVIDI

Solo un anno fa EyeFi introdusse Mobi, una scheda SD di memoria per fotocamere che non hanno connessione wireless che sfruttava la connessione peer-to-peer per trasferire immagini a dispositivi iOS e Android. Basansosi su questo concetto e migliorandolo, oggi EyeFi ha rilasciato un servizio cloud associato: EyeFi Cloud. Uno spazio online privato dove archiviare, sincronizzare e condividere i tuoi scatti fra tutti i dispositivi connessi al cloud. Il servizio di cloud viene fornito con l’applicazione dedicata (iOS, Android e Kindle) che permette la gestione immagini. Una soluzione perfetta per tutti visto che oggi circa il 95% delle macchine fotografiche non dispongono di una connessione Wi-Fi per interfacciarsi al web. Una semplice SD e siamo subito on-line e la connettività viene “fusa” con il firmware della fotocamera, come da accordo con in produttori. Così EyeFi spera di sfondare nel mercato.

1

Tornando all’applicazione per iOS e Android, questa -oltre che raggruppare automaticamente tutte le foto- permette di gestire tutte le tue immagini sul cloud, creare album (condivisi o privati), impostare le regole di sincronizzazione e inserire i tag. Invece la Web app funziona su qualsiasi sistema operativo, Chromebook , o Xbox poiché si basa solamente sull’account. Basta registrarsi. Il cloud è assolutamente sicuro dato che tutti i vostri dati vengono cifrati e l’accesso è ben salvaguardato da una password WPA. L’attenzione è stata rivolta anche alla parte social, non solo di backup, con album “live” che si aggiornano automaticamente quando scattate nuove foto e una marea di opzioni per la condivisione.

iOS vs Android

eyefimobi-2040-1.0_cinema_1200.0

L’applicazione funziona bene su entrambi i sistemi operativi.Tuttavia ci sono delle differenze nel modo in cui la rete Wi-Fi del Mobi opera tra i dispositivi iOS e Android. Su iOS l’affare è complesso visto che se si scattano foto in luoghi dove il telefono è di norma associato ad altre reti Wi-Fi (casa o ufficio) dopo 2 minuti di inattività lo smartphone tornerà a collegarsi alle rete predefinita scollegandosi dalla scheda Mobi. Mentre se non avete intorno reti wireless conosciute il telefono ricorderà la rete della scheda Mobi e non si scollegherà. Su Android invece la situazione è molto più semplice e non si hanno simili grattacapi: connetti e via.

Parlando ora di prezzi e disponibilità, le schede SD EyeFi Mobi sono disponibili nel taglio da 8GB, 16GB e 32GB con un prezzo di $ 49, $ 79 e $ 99 rispettivamente. Il servizio cloud di EyeFi, invece, è gratuito per i primi 90 giorni al termine dei quali l’abbonamento annuale vi costerà 49 dollari (30 euro) all’anno. Ovviamente se avete una macchina fotografica con connessione wireless potrete utilizzare solamente il EyeFi Cloud ignorando la scheda SD.

Fotografi di tutto il mondo, allora  cosa ne pensate? Dite la vostra nei commenti qui sotto. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS