Heartbleed: anche i dispositivi Android sono in pericolo

805
0
CONDIVIDI

Il caso Heartbleed ha gettato il web nel panico. Per colpa di questo bug si è scoperto che oltre 2/3 dei siti web sono esposti ad occhi indiscreti. Ma non sono solo i siti web ad essere in pericolo. Secondo un nuovo report di Ars Technica, anche gli smartphone Android che eseguono la versione 4.1.1 sono vulnerabili per via di questo bug. Gli utenti si ritrovano esposte password, email, informazioni bancarie e tutto ciò che hanno nella memoria del proprio dispositivo.

Anche alcune versioni di Android 4.2.2 sarebbero vulnerabili, ma non tutte. Mentre i computer impediscono il fuoriuscire di alcune informazioni tramite crittografia OpenSSL, i dispositivo Android lasciano passare qualsiasi cosa. Ad oggi, oltre il 34% dei dispositivi Android ha in esecuzione la versione 4.1.x. Google sta lavorando per risolvere immediatamente il problema attraverso una patch.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS