Caso Rafinha, lo Schalke attacca il Genoa

93
0
CONDIVIDI

Tiene ancora banco in casa Schalke 04 la questione legata al trasferimento del brasiliano Rafinha. La società biancoblù aspetta infatti da più di quattro anni il pagamento da parte del Genoa di 3,2 milioni di euro, cifra che la società italiana non ha mai versato nelle casse del club neanche dopo la cessione dell’esterno l’anno successivo al Bayern Monaco. Nonostante le smentite di rito da parte della compagine rossoblù del Presidente Preziosi, i soldi dalle parti di Gelsenkirchen ancora non si vedono e per questo motivo il dg Heldt ha citato in giudizio il Genoa chiedendo oltre alla cifra del trasferimento anche il versamento degli interessi per una cifra di 5,5 milioni di euro. 

Proprio il Direttore Generale dei Knappen ha dichiarato oggi pomeriggio che la situazione è diventata davvero insostenibile e che chiederà alla corte Internazionale dello Sport di eseguire le misure restrittive promesse contro il Genoa:

“Visto che il Genoa non ha intenzione di pagare la somma pattuita, c’è il rischio che la società venga sanzionata di sei punti se non paga quanto stabilito. E’ inaccettabile che dopo più di quattro anni, non sia ancora stato pagato un calciatore che ha addirittura cambiato squadra l’anno successivo. Chiediamo al Genoa oltre al conguaglio economico anche il pagamento degli interessi per un totale di oltre 5 milioni di euro”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS