Werder sfortunato, lo Schalke agguanta il pari

95
0
CONDIVIDI

Werder Brema – Schalke 04   1 – 1

 

Werder Brema : Wolf – Fritz – Prödl – Caldirola – Garcia – Junuzović – Bargfrede – Makiadi – Hunt – Elia – Di Santo   All. Dutt

Schalke 04 : Fahrmann – Kolasinac – Matip – Ayhan – Hoogland – Goretzka – Neustädter – Obasi – Boateng – Draxler – Huntelaar   All. Keller

Arbitro : Peter Sippel

Marcatori : 15′ Di Santo (W) – 33′ Goretzka (S)

 

Lo Schalke per sfruttare l’eventuale contraccolpo che potrebbe avere il Dortmund dopo la disfatta di Madrid e riprendersi il secondo posto, il Werder per confermarsi dopo l’ottima vittoria di Hannover ed allontanarsi, forse definitivamente, dalla zona più calda della classifica. Si presentano cosi le squadre in un Weserstadion al solito stracolmo e pronto a sostenere i propri beniamini verso quei punti necessari per la salvezza, visto un calendario nelle prossime tre gare difficilissimo che li vedrà affrontare Mainz, Hoffenheim e Bayern Monaco.

La gara entra subito nel vivo e al 15′ il Werder passa in vantaggio, colpevole anche la difesa ospite, davvero troppo morbida in marcatura. I due centrali lasciano spazio a Elia all’interno dell’area di rigore e l’Olandese può tranquillamente girarsi e servire Di Santo sulla corsa, l’ex Chelsea è bravo a colpire di prima ed eludere il tentativo di chiusura di Fahrmann.

A rendersi pericolosi in questa prima frazione sono soprattutto gli uomini di Dutt, che colpiscono un palo sempre con Di Santo e più volte insidiano la porta avversaria, giocando un buon calcio, veloce e divertente. Nonostante ciò a trovare il secondo gol della giornata è lo Schalke, grazie al suo gioiellino Leon Goretzka, che è bravo a ribadire in rete il maldestro rinvio di testa della retroguardia biancoverde.

Si va cosi al riposo sul parziale di 1 a 1, risultato giusto visto che le due squadre si sono equamente divise il pallino del gioco, con il Werder partito meglio e lo Schalke che ha saputo reagire alla grande al vantaggio degli avversari.

La ripresa è tutta o quasi del Werder Brema, i padroni di casa portano continuamente 6 o 7 giocatori nella trequarti avversaria, premendo e aggredendo per tutti i secondi 45 minuti, vanno più volte vicini al gol e non possono che recriminare per non aver raccolto il bottino pieno quest’oggi. La gara infatti si conclude cosi come era finita la prima frazione, con un pareggio che porta il Brema momentaneamente a più 6 sulla zona salvezza ma che lascia l’amaro in bocca ad una squadra che oggi ha regalato ai propri sostenitori una prova maiuscola, dimostrando che la salvezza è sempre più vicina e si può guardare con fiducia al futuro. Lo Schalke invece raccoglie forse più di quanto meritasse, squadra che oggi è sembrata involuta e stanca, quasi non avesse i 90 minuti nelle gambe, che invece serviranno per la volata finale che la vede coinvolta nella corsa Champions.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS