Confronto tra i sensori di impronti digitali di iPhone 5s e Galaxy S5

1334
0
CONDIVIDI

IPhone 5s è uscito a novembre con il famoso Touch ID integrato, il sensore di impronte digitali per l’accesso al device. Lo stesso ha fatto il nuovo Samsung Galaxy S5 che è già uscito in Corea e sta per uscire qui da noi: facciamo un attimo il confronto tra i due sensori.

I due sensori differiscono principalmente per una cosa, il metodo di lettura: il sensore dell’iPhone infatti permette la lettura dell’impronta tenendoci premuto il dito, mentre il sensore del Galaxy S5 è del tipo a strisciamento.

E’ proprio questo che rende probabilmente più immediato e facile da utilizzare il sensore del device Apple: come vedrete nel video di seguito, il sensore Samsung ha alcuni problemi di precisione, soprattutto se non si è troppo precisi nello strisciare il dito al centro del lettore, mentre il sensore Apple è sempre piuttosto preciso. Inoltre, mentre i dati delle impronte digitali su iPhone 5s sono memorizzati solo sul Secure Enclave del chip A7, Samsung ha deciso di lasciare mano libera agli sviluppatori sull’utilizzo delle impronte digitali, senza specificare dove saranno memorizzate tutte le informazioni, se nei server Samsung o semplicemente in locale.

Speriamo che Samsung chiarisca meglio l’ambito sicurezza del proprio sensore, non è bene che le proprie impronte digitali finiscano in mano a chiunque.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS