BAT: le turbine eoliche diventano fluttuanti

1024
0
CONDIVIDI

L’energia rinnovabile è al giorno d’oggi un elemento fondamentale per la salvaguardia del nostro pianeta. Le più importanti aziende in cerca di progetti da finanziare puntano proprio su questo settore, anche perché è quello con maggior possibilità di sviluppo ed espansione. L’energia eolica è una delle fonti rinnovabili più utilizzata. Attraverso le tantissime turbine eoliche installate sulla terra riusciamo a trasformare l’energia del vento in una forma utilizzabile di energia, generalmente grazie all’utilizzo di aerogeneratori che producono energia elettrica, tramite mulini a vento che producono energia meccanica, etc.

Quest’oggi però siamo qui per parlarvi di un progetto molto interessante che sta dando la vita ai BAT, ovvero i Buoyant Airborne Turbine. Si tratta sostanzialmente di turbine eoliche fluttuanti, installate all’interno di enormi involucri pieni d’elio che li spingono verso l’alto raggiungendo quote che i normali impianti eolici installati a terra non riesco a raggiungere. Raggiungendo altezze così elevate si sfrutta maggiormente la potenza del vento. Ovviamente sono collegati a terra con degli appositi cavi, che servono anche per trasportare l’energia prodotta.

Una soluzione di questo genere non solo permette di raggiungere altezze altrimenti impossibili, ma anche di installare turbine eoliche in luoghi dove non è certo facile costruire.

Vi lasciamo ad un filmato che vi spiega nel migliore dei modi come funzionano questi BAT. Per tutte le altre informazioni cliccate qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS