Asus PadFone mini e le perplessità sul display

715
0
CONDIVIDI

Asus ha appena lanciato PadFone mini, il suo dispositivo compatto molto originale che permette di utilizzare smartphone e tablet in simbiosi, dato che il tablet rappresenta un semplice dispositivo con un apposito spazio per l’inserimento del telefono. Così Asus promette che il prodotto potrà adattarsi alle più diverse esigenze dei consumatori e sarà quindi 2 in 1. Vediamo brevemente le caratteristiche tecniche e le funzionalità che offre questo prodotto.

Lo smartphone ha un display IPS dalle dimensioni contenute che raggiungono i 4,3″, quando però si utilizzerà il terminale in versione tablet le dimensioni dello schermo raggiungeranno i 7″ e si potrà beneficiare della sua grandezza per svolgere tutte le attività comodamente. Il processore Snapdragon quad-core da 1.4 GHz dovrebbe garantire buone prestazioni, senza però raggiungere livelli eccellenti. La fotocamera posteriore da 8 MP è dotata di un sensore BSI Sony che è in grado di catturare molta luce, ottimizzando quindi gli scatti in condizioni di bassa luminosità ambientale.

Infine Asus afferma che il design pratico e compatto del prodotto è molto adatto ad un utilizzo in mobilità, grazie anche al supporto dual-SIM e allo slot micro SD. Per finire, è stato appositamente studiato un software in grado di ottimizzare la qualità dell’audio, per garantire suoni sempre nitidi e puliti a tutte le frequenze. Asus PadFone mini offre anche una comoda suite di applicazioni e funzionalità di multitasking avanzate adatte ad un utilizzo business.

Insomma, caratteristiche buone, anche se non eccellenti, unite ad un software che promette bene. Le nostre perplessità risiedono però in alcune scelte strategiche del’azienda che forse hanno un po’ svalutato il prodotto, visto che comunque questo PadFone mini non ha fatto parlare molto di sé. Il dubbio più grande riguardante questo prodotto sta proprio nelle versioni commercializzate, pare infatti che il device verrà reso disponibile con display da 4,3″ ma anche con display da 4″, mantenendo inalterate le caratteristiche.

Non capiamo quindi come mai vengano commercializzati due modelli dello stesso terminale totalmente uguali, fatta eccezione per questa piccola differenza, visto che 0,3″ non risultano significativi per nessun motivo. Che forse Asus voglia fare questa mossa per risparmiare qualcosa su alcuni prodotti? oppure l’azienda ha intenzioni diverse?

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS