Ecco a cosa servono i display flessibili di Samsung

1288
3
CONDIVIDI

Non vogliamo illudervi, si tratta dell’ennesimo pesce d’Aprile, queste volta “made in Samsung“. Il colosso sudcoreano ha voluto festeggiare con noi quest’inutile giorno mostrandoci una novità del tutto inaspettata, anche perché irreale. Si tratta della prima applicazione seria e ponderata dei nuovi display flessibili. Dove piazzare degli schermi che possono essere piegati se non in un guanto. Sì, avete capito bene, in un guanto.

Ma vediamo come Samsung descrive questo prodotto/pesce d’aprile, denominato Samsung Fingers.

“Samsung Fingers reinventa e modernizza l’uso classico della mano umana. È stato progettato in un modo che è molto facile da imparare. Con un’interfaccia utente semplice, gli utenti possono facilmente creare un nuovo modo di utilizzare le proprie mani.”

Fingers Samsung

Riconosce i suoni, come la nostra voce o lo schiocco delle dita, si ricarica attraverso i raggi solari e capisce i nostri gesti. Insomma, la fantasia di Samsung è racchiusa totalmente in questo prodotto, che potete conoscere nei dettagli cliccando qui. Ma a cosa serve conoscere un dispositivo che non è altro che un pesce d’aprile? A nulla, sono sincero.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • wanda

    Quanto siete imbeccili

  • Ale Valentini

    Madonna che acidità!