L’Olanda apre la strada alle SIM senza operatore

1145
0
CONDIVIDI

L’Olanda,  terra dei mulini, famosa per la sua arte e per l’altro grado di tolleranza torna a far parlare di se e lo fa legalizzando le SIM card senza operatore o “carrier-free”. In tutta la nazione è stato ratificato l’uso legale di SIM non legate ad un operatore del territorio ma interscambiabili fra qualsiasi operatore ci aggradi. L’idea del decreto è quella di far passare i clienti da un fornitore di servizi ad un’altro in maniera semplice e libera abbattendo anche le (immorali) tariffe di roaming in cui si incorre quando non abbiamo la copertura dell’operatore proprietario della schedina. Le nuove SIM “carrier-free” permetteranno anche di connettere i vari dispositivi agli hotspot dei cellulari senza avere per forza un contratto aggiuntivo e dispendioso.

L’implicazione negativa è che gradi aziende tecnologiche come Apple o Samsung potrebbero acquisire i servizi voce e dati degli operatori tagliando fuori molti clienti; prospettiva che fa tremare John Legere, CEO di T-Mobile USA. In generale, tuttavia, ogni strategia implica dei rischi ma i vantaggi derivanti dall’avere SIM “sbloccate” sarebbero molti di più nonché il primo passo verso la liberalizzazione dell’accesso globale alla rete. Oppure no? Dite la vostra nei commenti qui sotto.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS