Egitto, ritrovata statua principessa faraonica di 2 metri

115
0
CONDIVIDI

Un gruppo di archeologi egiziano-europei ha recentemente ritrovato una statua raffigurante Iset, una figlia del faraone Amenofi III (1387-1348 a.C.), nella zona di Luxor, nel sud dell’Egitto.

Una scoperta eccezionale perché è la prima volta che viene trovato un gruppo statuario che rappresenti padre-figlia. La statua, che è alta 1.70 metri e larga 52 centimetri, faceva parte di un colosso di alabastro alto quattordici metri, che rappresentava appunto il padre. L’annuncio è arrivato dal ministro egiziano delle antichità, Mohamed Ibrahim, che ha precisato che il reperto archeologico è stato trovato da un team di esperti durante i lavori di restauro del tempio funerario del faraone che fa parte della XVIII dinastia e che fu, inoltre, il padre del cosiddetto “faraone eretico” Amenofi IV, meglio noto come Akhenaton, e nonno del più famoso Tutankamon.

Accanto alla base della statua compaiono il suo nome e alcuni titoli come: «Amata da suo padre», a dimostrazione che fosse la figlia preferita del sovrano. Di Iset si sa inoltre che venne elevata al rango “ Grande Sposa Reale”, il che non significa che sposò suo padre ma che probabilmente questo riconoscimento la poneva molto in alto, quasi fosse una sorta di first lady del regno. Sebbene il ricordo di questo faraone passi quasi in secondo piano, per la fama ottenuta dal nipote Tutankamon, viene considerato dagli studiosi come uno dei più grandi faraoni egizi.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS