Amici ma non troppo: animali di cui non fidarsi del tutto

9220
0
CONDIVIDI

Alcuni animali, apparentemente innocui e in alcuni casi addirittura domestici, si possono rivelare per l’uomo degli autentici pericoli.

Gatto
Un recente studio ha dimostrato che il 30% di coloro che vengono morsi da un gatto necessitano di ospedalizzazione per guarire le ferite riportate. Ad esser pericolosa non è tuttavia la dentatura del felino – contenuta e non in grado di ledere seriamente la pelle umana – quanto piuttosto le infezioni che può veicolare e trasmettere con il morso.

Cavallo
Animale fedele e mansueto, è dotato di una delle più imponenti muscolature del regno animale. Attenzione, quindi, a non farlo imbestialire: il suo calcio è una vera e propria arma, che può facilmente uccidere l’uomo, e il suo morso non è affatto piacevole.

Maiale
Questo tenero animale tende ad essere pacifico e mansueto. Ma il suo smisurato appetito può fare brutti scherzi, portandolo ad aggredire l’uomo nel caso in cui questo gli sottragga il cibo. In alcuni casi sembra addirittura che dei maiali abbiano ucciso e divorato uomini per fame. Il verro, ovvero il maschio non castrato, inoltre, è normalmente più aggressivo della media. Non vanno trascurati, infine, i numerosi batteri che il maiale può veicolare.

Gallo
Che il gallo sia un animale tendenzialmente fumantino è cosa piuttosto nota. Ma non tutti sanno che le conseguenze di un’aggressione da parte di questo volatile e del suo appuntito becco possono essere non leggere, e possono causare persino alla morte, come nel caso di un uomo aggredito e ucciso in Thailandia dal suo stesso gallo da combattimento.

Scoiattolo
Quale animale più dolce e indifeso di questo piccolo roditore? Certamente, ma ricordiamo che se irritati possono assestare morsi molto dolorosi. E in rari casi gli scoiattoli possono aggredire – specialmente in branchi – altri animali, compreso l’uomo. Per mangiarli: perché questi animali sono onnivori, e pertanto si nutrono anche di carne.

Capra
Le sue lunghe e resistenti corna possono essere davvero pericolose, e se per qualche motivo l’animale decide di caricarvi potreste passare dei brutti momenti, specialmente se – come è accaduto ad alcuni malcapitati – ciò avviene su un inerpicato sentiero di montagna.

Delfino
I delfini sono generalmene considerati dei simpatici e pacifici amici della nostra specie. Ma si tratta, almeno in parte, di un’esagerazione. Questi animali presentano una certa vocazione all’aggressività, e sono dotati di una dentatura molto fitta e tagliente, nonché di una coda possente, che possono facilmente trasformarsi in armi. Da alcuni studi è emerso addirittura inoltre che i delfini possono essere animali sadici, ovvero amano aggredire e uccidere altre specie animali per il solo gusto di farlo, giocherellando poi con i loro cadaveri.

Mucca
Non soltanto il toro ma anche la mucca – pur priva delle corna – può caricare, aggredire e calpestare l’uomo, provocando seri danni alla sua salute e talvolta anche la morte. Sono più di quanti si credano i casi in cui questo placido ruminante ha attaccato turisti e passanti, irritato o spaventato dai loro comportamenti, specialmente in caso di presenza dei vitelli.

Rospo
Se molestato il rospo secerne un blando veleno (bufotossine), che per lo più provoca per l’uomo un bruciore e un’irritazione della zona interessata dal contatto. In quantità molto alte – pari a 10 volte quella secreta da un solo rospo, il veleno può uccidere un uomo.

Cornacchie, gabbiani, pellicani, ecc.
Questi volatili non hanno di per sé alcun interesse o tendenza ad aggredire l’uomo, ma possono risultare molto aggressivi se si insidiano i loro nidi. In questo caso attaccano scendendo in picchiata e beccando con forza, e possono provocare contusioni e ferite piuttosto serie.

Canguro
Questi marsupiali, apparentemente innocui, possono – specialmente gli individui allo stato brado – aggredire l’uomo sferrando potenti e pericolosissimi calci. In Australia aggressioni di questo tipo sono piuttosto frequenti, e chi ne ha fatto le spese non se l’è cavata con poco.

Panda
E’ una vera e propria icona degli animali indifesi e in via di estinzione. Ma ricordiamoci che questo mite animale appartiene alla famiglia degli Ursidi, la stessa degli orsi, e – anche se in genere non lo fa – può attaccare l’uomo. Sono erbivori, ma un tempo erano carnivori, e ne hanno conservato la struttura digestiva, nonché i potenti e pericolosi artigli. E, in rarissimi casi, anche gli istinti predatori.

Ippopotamo
Se vi dovesse capitare di imbattervi in questo animale, apparentemente placido e inoffensivo, fate la massima attenzione. Sono molti i casi in cui un ippopotamo ha letteralmente sbranato e divorato senza alcuna pietà un uomo.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS