Vitiligine

465
0
CONDIVIDI

La vitiligine è una condizione che causa la depigmentazione di parti della pelle. Essa si verifica quando i melanociti, le cellule responsabili della pigmentazione della pelle, muoiono o non sono in grado di funzionare. Meno dell’1 % della popolazione è influenzata dalla comparsa di vitiligine. Essa non ha discriminanti come l’età, sesso o etnia, ma gli studi hanno concluso che una percentuale maggiore dei casi è stata rilevata nei ventenni.

CAUSE

La vitiligine è una malattia caratterizzata da perdita a chiazze di pigmentazione della pelle a causa degli attacchi del sistema immunitario su i melanociti. Sebbene non vi sia alcuna prova significativa o evidenza, molti medici ritengono che possa essere causato da difetti genetici. Le variazioni avviene nei geni che fanno parte del sistema immunitario o parte dei melanociti, in un caso, il gene TYR, rende il melanocita più suscettibile al sistema immunitario.

SINTOMI

Il sintomo più evidente della vitiligine è la depigmentazione a macchie della pelle che avviene sulle estremità. Anche se i patch sono inizialmente piccoli, tendono a ingrandirsi. La depigmentazione è particolarmente evidente intorno agli orifizi del corpo, come la bocca, gli occhi, le narici, genitali e l’ombelico. Alcune lesioni presentano iperpigmentazione intorno ai bordi. Nei pazienti a causa della condizione possono insorgere depressioni e disturbi dell’umore. Gli scienziati hanno separato la vitiligine fondamentalmente in due tipi che si chiamano: non segmentali, e segmentale.

Nella vitiligine non segmentale, i patch diventano spesso visibili equamente su entrambi i lati del corpo, con una sorta di simmetria ed essa rappresenta la forma più ricorrente.

La vitiligine segmentale non è simmetrica e solitamente tende a colpire le radici dorsali della colonna vertebrale. E’ più stabile, meno irregolare, risponde bene ai trattamenti topici ed è molto meno comune.

La vitiligine è fotosensibile, il paziente deve evitare l’esposizione cutanea prolungata alla luce solare diretta.

DIAGNOSI

La diagnosi si esegue tramite esame obiettivo e strumentale. Trovate le tipiche chiazze, è necessario il test tramite lampada di Wood, alla cui luce le chiazze di vitiligine emettono una caratteristica fluorescenza bianca.

CURE

La fototerapia attraverso l’esposizione della pelle alla luce UVB è il trattamento più comune per la vitiligine. Vengono utilizzati con successo trattamenti che vanno ripetuti nel tempo, come l’uso di immunosoppressori come steroidi e tacrolimus.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS