Google vuole creare la propria “isola”

1070
0
CONDIVIDI

Google ci stupisce ogni giorno di più. Il famoso motore di ricerca e fornitore di servizi quali YouTube, Drive, Play Store sta letteralmente conquistando il mondo. L’azienda con sede a Mountain View ha appena preso in prestito dal governo americano il Moffett Federal Airfield per restaurarlo ed usarlo come hangar. Mountain View sta piano piano diventando di Google… una sorta di Googletown.

Sembra l’altro ieri e invece era il 1999 quando Google, che contava 50 dipendenti, trasferì i propri uffici a Mountain View. Ad oggi, Mountain View conta un numero assurdo di dipendenti che lavorano a Google: il 10% dei lavoratori della città possiedono una carica presso Google la quale è anche responsabile del 10% delle proprietà tassabili. Tutto questo sembra portare ad una sola parola: macchina da soldi. Un componente del consiglio della città ha però dichiarato che Google non rappresenta il “mulino” economico di Mountain View. Seppur la popolazione sia orgogliosa di ospitare una tra le più grandi potenze informatiche del mondo, per Google non vi sono sconti su tasse o incentivi per, ad esempio, i pasti gratis ai dipendenti.

Google_BayView-credit-NBBJ

Negli anni BigG ha sviluppato un traffico davvero impressionante. I principali uffici danno sulla Highway 101 che è la strada più importante della città, in grado di collegare Mountain View al resto della baia di San Francisco. La popolazione non è affatto contenta di questa situazione e sta facendo pressione su Google perchè sistemi questo problema. Grazie al servizio di shuttle il gigante del web è riuscito a togliere circa 5000 auto dalla strada ogni giorno. Gran parte dei dipendenti usa metodi “green” per raggiungere il posto di lavoro: alcuni vanno in bicicletta, altri perfino a piedi.

Updatedkey

Non è l’unico problema da affrontare. Seppur il traffico sia ancora il problema principale della città, il consiglio cittadino è preoccupato per alcune specie di civette tipiche della zona che, a causa del traffico, possano migrare o ancora peggio scomparire. Il consiglio sta cercando di creare zone meno trafficate grazie all’uso di navette che hanno riscosso grande successo tra i dipendenti dell’azienda.

20130503-11020834-solar-plane-solar4_verge_super_wide

La soluzione? Spostare gli uffici e riunirli in un unico luogo. Ecco che entra in gioco il Moffett Federal Airfield. Negli anni Google ha acquistato piano piano sempre più ettari di terreno con lo scopo di creare campus nuovi, futuristici, nuove uffici e abitazioni per i dipendenti. Google vuole creare un luogo unico eliminando tutti i problemi che sta provocando a Mountain View. BigG vuole creare una sorta di isola che i dipendenti non devono necessariamente lasciare.

I problemi non sono ancora finiti. Il consiglio cittadino ha infatti rifiutato la proposta di Google a causa di problemi ambientali che si potrebbero verificare a lungo andare. Oltretutto, l’addio di Google a Mountain View potrebbe danneggiare la città a causa della grande importanza dell’azienda.

Creare un luogo dove i dipendenti possano vivere e allo stesso tempo lavorare diminuirà i problemi di cui Mountain View è tuttora afflitta. Allo stesso tempo però, senza Google Mountain View potrebbe perdere gran parte della sua popolarità e ricchezza. Staremo a vedere come la situazione si evolverà e, come sempre, vi terremo informati a riguardo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS