Real di un altro pianeta, Schalke schiantato 6-1

648
0
CONDIVIDI

Schalke – Real Madrid     1-6

 

Schalke: Fährmann; Höwedes, Matip, Santana, Kolasinac; Boateng, Neustädter; Farfan, Meyer, Draxler; Huntelaar.   All. Keller

Real Madrid: Casillas; Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo; Xabi Alonso, Modric, Di María; Bale, Cristiano, Benzema.   All. Ancelotti

Arbitro: Howard Webb (ING)

Marcatori: 13′ Benzema, 21′ Bale, 52′ Cristiano Ronaldo, 57′ Benzema, 69′ Bale, 88′ Cristiano Ronaldo, 90′ Huntelaar (S)

 

Il Real Madrid passeggia sullo Schalke 04 schiantando i padroni di casa sotto un pesante 6-1 casalingo e ipotecando la qualificazione ai quarti di finale già nella gara di andata. A Gelsenkirchen è stato semplice per gli spagnoli di Carlo Ancelotti, che hanno dominato la gara dal primo all’ultimo minuto dimostrando una superiorità tecnica e tattica che a tratti è sembrata quasi imbarazzante. A nulla sono serviti gli sforzi di uno Schalke volenteroso in avanti ma disastroso in difesa, dove ad ogni attacco del Real ha rischiato di subire una rete. Eppure la gara, nonostante il passivo schiacciante, poteva prendere un’altra piega se al 14′ del primo tempo Julian Draxler avesse segnato la rete dell’1-1. Preciso cross dalla destra di Farfan e il talento biancoblù tutto solo in area ha trovato la deviazione miracolosa di Iker Casillas che ha salvato la propria porta cambiando di fatto le sorti del match.

Dal quel momento in campo c’è stato solo il Real, che ha subito trovato il raddoppio con una perla di Gareth Bale (doppio dribbling ed esterno sinistro meraviglioso) e poi per ben 3 volte ha sfiorato il terzo goal con un Cristiano Ronaldo incontenibile. Una volta il palo e per due volte un ottimo Fahrmann, hanno permesso ai Knappen di andare al riposo “solamente” sul 2-0.  Nel secondo tempo però il divario si è ingigantito ancora di più e i magnifici tre Ronaldo, Benzema e Bale hanno coronato la loro notte magica siglando le loro personali doppiette con tre azioni fantastiche in contropiede. Al 90′ c’è stato però l’acuto vincente di Klaas Huntelaar, che con un bolide di destro (rete stupenda) ha segnato la rete della bandiera per i suoi stoppando l’imbattibilità di Casillas a 952′.

Il Real dimostra a tutta Europa la sua forza, giocando un calcio bellissimo e soprattutto veloce come non si vedeva da tempo. La formazione di Ancelotti sembra davvero l’unica squadra in grado di impensierire il Bayern Monaco Campione d’Europa. Lo Schalke esce mestamente dalla competizione con un turno d’anticipo pagando l’inesperienza e una condotta di squadra non all’altezza della situazione. Keller, anche lui inesperto, ha preferito giocarsela a viso aperto come se stesse affrontando, con tutto il rispetto, il Mainz o l’Hannover. In campo internazionale e soprattutto contro un super Real Madrid, certi errori tattici si pagano a caro prezzo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS