Rullo Bayern, travolto anche l’Hannover

52
0
CONDIVIDI

Hannover – Bayern Monaco 0-4

 

Hannover : Zieler – Rajtoral – Marcelo – Schulz – Pocognoli – Huszti – Schmiedebach – Stindl – Bittencourt – Rudņevs – Diouf    All. Korkut

Bayern Monaco : Starke – Rafinha – Boateng – Martinez – Alaba – Lahm – Schweinsteiger – Alcantara – Gotze – Muller – Mandzukic   All. Guardiola

Arbitro : Knut Kircher

Marcatori : 25′ e 59′ Muller, 34′ Alcantara, 66′ Mandzukic

 

Scontato ! Sono finiti ormai gli aggettivi superlativi per il Bayern Monaco, il termine “scontato”, che forse cela anche un po’ d’invidia, è forse il più giusto per questa corazzata, che arriva e, puntuale come al solito, asfalta chiunque gli si pari di fronte. A fare da spettatore al carro armato guidato da Guardiola stavolta è toccato all’Hannover, che non ha potuto far altro che correre dietro al pallone che i Bavaresi facevano girare per tutto il campo e perdere, con una certa frequenza, gli avversari che si proponevano o soprapponevano.
Eccolo il live motive della partita, Bayern padrone già nei primi minuti e che metro dopo metro acquisisce campo, l’Hannover arretra e al 25′ lascia Gotze liberissimo di crossare dalla destra e Muller arrivare in mezzo all’area di rigore e colpire incontrastato di testa per l’uno a zero.
I gol diventano due al 34′ quando al termine di un azione confusionaria in cui la squadra di casa non riesce ad uscire dalla propria trequarti, la palla arriva a Schweinsteiger, anche lui liberissimo di poter controllare e lanciare Thiago Alcantara che supera Zieler e mette un sigillo alla partita.
Neanche a dirlo nella ripresa il copione non cambia, soliti 10 minuti di Tiki Taka del Bayern, il baricentro che si alza gradualmente ed ecco il 3 a 0, Alaba crossa da Sinistra, Mandzukic fa il velo, il pallone passa e Muller mette a segno la sua doppietta personale con un piattone sul primo palo.
Qualche minuto dopo timbra il cartellino anche Mandzukic, autore della solita partita generosa e impeccabile dal punto di vista dell’impegno, cross dalla destra di Rafinha e colpo di testa a bruciare Zieler in uscita. Sul 4 a 0 il Bayern non infierisce, si limita al possesso palla tentando di tanto in tanto l’affondo che però non è mai convinto.
Con le sconfitte di Dortmund e Leverkusen diventano 19 i punti di vantaggio sulle inseguitrici degli uomini di Guardiola, un abisso incolmabile per un Bayern che non ha ancora mai perso in campionato e punta fortemente a concludere la stagione da imbattuta.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS