22.a giornata: Slomka prova a fermare il Dortmund

41
0
CONDIVIDI

Duelli attesissimi in Bundesliga nel 22° turno di campionato. Una delle gare più attese è quella di Amburgo, dove il Borussia Dortmund deve continuare la sua corsa al secondo posto stando attento alla fame di punti dei padroni di casa che dopo 7 sconfitte consecutive cercano almeno un punto per credere ancora nella salvezza. Sulla panchina dei Dinos debutta Mirko Slomka, allenatore esperto che ha preparato più di una sorpresa ai gialloneri di Klopp. Dortmund che deve pensare anche alla gara di Champions League contro lo Zenit di mercoledì prossimo e per questo non rischierà qualche giocatore acciaccato come Marco Reus e Mats Hummels che siedereanno in panchina. Tra i padroni di casa mancherà Van Der Vaart mentre ci sono speranze per il recupero di Badelj. Spettacolo assicurato ad Amburgo dove le due squadre hanno segnato in tutte le loro sfide ben 337 reti.

Ci si gioca la salvezza anche a Norimberga, dove i padroni di casa attendono l’Eintracht Braunschweig per una gara dal peso specifico altissimo. Entrambe vengono da due vittorie molto importanti domenica scorsa e un successo oggi significherebbe per il Club di Verbeek allungare ancora sul terzultimo posto mentre i Leoni di Lieberknecht potrebbero abbandonare finalmente l’ultimo posto in classifica. I padroni di casa recuperano Hasebe (forse in panchina) mentre gli ospiti perdono forse Elabdellaouoi ma recuperano Bellarabi e il portiere Davari in extremis.

Sfida dal gol assicurato quella tra M’gladbach e Hoffenheim, tra due squadre votate all’attacco e vogliose di vittoria. I biancoblù ospiti sono lanciatissimi e in grande forma per questo credono nella vittoria. Gisdol deve fare  ameno di Polanski ma ha caricato i suoi in conferenza stampa chiedendo i tre punti: “Possiamo vincere anche se troviamo un squadra arrabbiata e molto forte. Dobbiamo trasportare in campo il nostro entusiasmo”.  In casa dei Fohlen c’è voglia di rivalsa dopo 3 sconfitte e 1 pareggio nelle ultime 4 gare. Ci saranno problemi di formazione viste le assenze di Wendt, Herrmann e Arango ma Favre non può davvero fallire altrimenti rischia di vedere sempre più lontano l’obiettivo quarto posto.

Tra Stoccarda e Hertha Berlino è invece una gara tra chi rischia di più. I padroni di casa devono interrompere l’emorragia di sconfitte (6 di seguito) mentre i biancoblù vogliono un successo per blindare la loro posizione Europa League. Per Schneider è come una finale, anche perchè un’altra sconfitta potrebbe determinare il suo esonero. Gli Svevi si affidano alla qualità di Werner, Abdellaoue e Maxim, contro un Berlino che in trasferta deve ritrovare la marcia migliore. I biancoblù sono però in forma, per questo ci si aspetta una gara vibrante e incerta fino all’ultimo.

Friburgo – Augsburg è la gara del passaggio di consegne tra la squadra rivelazione dello scorso anno e quella di quest’anno. I bianconeri di Streich (dopo i grandi elogi di Guardiola) devono vincere davanti al proprio pubblico per abbandonare il terzultimo posto in classifica. Per farlo dovrà superare un Augsburg molto forte in trasferta ma forse in calo fisico da un paio di gare. Mancheranno ancora Bobadilla e Molders tra i bavaresi mentre tra i padroni di casa la formazione è obbligata con Mehmedi in avanti e Darida in appoggio. Ancora out l’attaccante austriaco Zuelechner.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS