Nausea: 8 rimedi naturali

419
0
CONDIVIDI

La nausea è una condizione di malessere generale che si manifesta con inappetenza, ipersecrezione salivare, conati e vomito. Alla base di questo disturbo spesso si trovano svariate cause più o meno gravi tra cui troviamo ansia, diabete, gravidanza, gastroenterite, appendicite, influenza etc.

Una volta accertati che il disturbo della nausea sia causato semplicemente da problemi digestivi risolvibili mediante l’uso di rimedi fai da te, eccovi 8 rimedi naturali efficaci.

  • Menta piperita: è una pianta erbacea utilizzata non solo in caso di cattiva digestione anche come tonificante del sistema nervoso, del fegato, dell’intestino e dell’apparato digerente. Si consiglia di versare 2 gocce di olio essenziale di menta piperita su una zolletta di zucchero o direttamente sotto la lingua.
  • Fibre: si consiglia di consumare frutta e ortaggi di stagione se il motivo della nausea è quello legato ad un’intossicazione alimentare.
  • Camomilla: è una pianta erbacea indicata nei casi di cattiva digestione, nausea e vomito. Si consiglia di bere una tazza tiepida di fiori secchi di camomilla.
  • Limone: ampiamente utilizzato per i problemi di nausea e cattiva digestione è consigliato spremere mezzo limone in un bicchiere d’acqua calda, o versare qualche goccia su di un fazzoletto e annusare di tanto in tanto.
  • Acqua di cottura del riso: dopo aver cotto il riso ricavate l’acqua di cottura e bevetene una piccola quantità.
  • Chiodi di garofano: si può preparare una tazza di tè di chiodi di garofano, lasciando questa spezia per qualche minuto in acqua bollente.
  • Zenzero: la pianta può essere utilizzata o sotto forma di tè o tisana o masticando direttamente un pezzettino di zenzero per qualche minuto.
  • Agopressione: si può esercitare una pressione su un punto preciso del polso, per circa 10/30 secondi o utilizzare i braccialetti antinausea che sfruttano il principio dell’agopressione.

 

Le informazioni fornite sul sito CurioMed sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS