Ferrari è il brand più forte al mondo, supera Apple e Google

1733
0
CONDIVIDI

La crisi incombe, ma il made in Italy dettato dalla Ferrari è comunque forte, così tanto da superare le due aziende più importanti al mondo in termini economici: Apple e Google. Parliamo spesso, lamentandoci, di come il bel paese sia scadente sotto l’aspetto tecnologico e informatico, idolatrando società americane che si fanno strada grazie all’innovazione dei prodotti, tra i quali smartphone, tablet e computer vari, non valutando mai marchi nostrani, come Ferrari che silenziosamente continua a trascinare un settore, quello dei motori, nel futuro, sia in termini tecnici che di design. Lo sappiamo, anche grazie a Apple per il campo tecnologico, il design è parte integrante e fondamentale di un prodotto, qualsiasi esso sia. In questo Ferrari è leader al mondo.

La classifica stipulata dal The Brand Finance Global si basa, poi, sugli aspetti economici dei marchi, quindi ricavi e valore assoluto. In questo purtroppo Ferrari non risulta essere nei primi posti, anzi, si trova al 350° posto, con una valutazione di soli 4 miliardi di dollari. Per fare un paragone, Apple che è leader indiscussa, viaggia a quota 104 miliardi di dollari. In coda troviamo anche Samsung, con 78 mld, Google con 68 mld e Microsoft con 62 mld. Poco male, soprattutto se il brand del cavallino rampante rientra nei top 11 marchi ad aver ottenuto un brand rating AAA+ per la sua forza, insieme a Google, Disney ed Hermes.

Queste le parole espresse da Brand-Finance nella relazione in merito alla nomina di Ferrari come titolo più influente al mondo:

“Il nome della Ferrari è il più potente brand del mondo. È riconoscibile in tutto il mondo anche dove non ci sono le strade. Nel suo paese natale e tra i suoi molti ammiratori in tutto il mondo la Ferrari ispira molto più della lealtà al brand, più di un culto e una devozione quasi religiosa”.

Tornando agli argomenti nostrani, è interessante notare come a contendersi i primi posti della classifica ci siano solamente società facenti riferimento alla tecnologia, segno di come il settore sia in gran forma sotto molti punti di vista. L’unica nota dolente è che non troviamo nessun marchio italiano hi-tech. Il valore del settore è cresciuto dal 2013 e ci si aspetta grandi migliorie anche da questo 2014.

Vi lasciamo alla top 20 della classifica stipulata:

  1. Apple (stabile sul 2013) , vale 104,68 miliardi di dollari (+20%) con un rating AAA stabile sul 2013
  2. Samsung (stabile sul 2013) , vale 78,75 miliardi di dollari (+34%) con un rating stabile AAA
  3. Google (stabile sul 2013) , vale 68,62 miliardi di dollari (+32%) con un rating stabile AAA+
  4. Microsoft (stabile sul 2013) , vale 62,78 miliardi di dollari (+38%) con un rating AAA in miglioramento da AAA-
  5. Verizon (balza dal 10° posto del 2013), vale 53,47 miliardi di dollari (+74%) con un rating AAA- in miglioramento da AA+
  6. General Electric (sale dall’11° posto del 2013) , vale 52,53 miliardi di dollari (+41%) con un rating AA+ in miglioramento da AA
  7. AT&T (sale dall’11° posto del 2013), vale 45,41 miliardi di dollari (+49%) con un rating AA in calo da AA+
  8. Amazon (stabile sul 2013), 45,15 miliardi di dollari (+23%) con un rating AAA- stabile sul 2013
  9. Walmart (in calo dal 5° del 2013) vale 44,78 miliardi di dollari (+6%) con un rating AA+ stabile sul 2013
  10. IBM (in calo dal 6° del 2013) vale 41,51 miliardi di dollari (+10%) con un rating AA+ stabile sul 2013
  11. Toyota (sale dall’15° posto del 2013) vale 34,90 miliardi di dollari (+34%) con un rating AAA- in migliaramento dal AA+
  12. Coca Cola (in calo dal 9° del 2013) vae 33,72 miliardi di dollari (-1%) con un rating AAA+ stabile sul 2013
  13. China Mobile (sale dal 20° posto del 2013), vale 31,84 miliardi di dollari (+37%) con un rating AA+ in miglioramento dall’AA del 2013.
  14. T (non disponibile nel 2013), vale 30,61 miliardi di dollari (+42%) con un rating AA in peggioramento da AA+
  15. Wells Fargo (in calo dal 14° del 2013), vale 30,24 miliardi di dollari (+16%) con un rating AAA- in miglioramento da AA+
  16. Vodafone (in calo dal 13° del 2013), vale 29,61 miliardi di dollari (+10%) con un rating a AAA- in calo da AAA-.
  17. BMW (sale dal 21° posto del 2013), vale 28,96 miliardi di dollari (+25%) con un rating a AAA stbile sul 2013
  18. Shell (in calo dal 12° del 2013), vale 28,57 miliardi di dollari (-4%) con un rating AA+- in calo da AAA-
  19. Volkswagen (in calo dal 17° del 2013), vale 27,06 miliardi di dollari (+14%) con un rating AAA-stabile sul 2013
  20. HSBC (sale dal 22° posto del 2013) vale 26,87 (+18%) con un rating AAA in migliramento da AAA-

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS