Accuse contro Apple per gli spot su Siri respinte

1321
0
CONDIVIDI

Un giudice della corte californiana, Claudia Wilken, ha dismesso le accuse contro Apple per la questione delle pubblicità su Siri, che risale ai tempi dell’iPhone 4s. Un gruppo di cittadini avevano infatti accusato la produttrice dell’iPhone di frode pubblicitaria, in quanto le prestazioni di Siri mostrate nella pubblicità non corrispondevano alla realtà.

La Wilken ha detto: “Apple non ha promesso che Siri avrebbe funzionato senza nessun problema”, e secondo la difesa, un cliente medio avrebbe facilmente capito che la compagnia non poteva mostrare i problemi del servizio (che era ancora in fase beta) nella pubblicità. Alla fine tutti i prodotti hanno qualcosa che non va, ma è normale che le aziende ne mettano in risalto la parte migliore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS