Calvario Gundogan, slitta ancora il rientro

417
0
CONDIVIDI

E’ la fase più dura della mia carriera”. Esordisce così un triste Ilkay Gundogan in un’intervista rilasciata in esclusiva a Sport Bild. Il centrocampista del Borussia Dortmund non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel, costretto a rinviare di volta in volta il suo ristorno in campo. L’infortunio alla schiena lo tiene fuori dal lontano 31 agosto, praticamente più di mezza stagione passata tra palestra e fisioterapia. Ogni volta, quando è sul punto di rientrare in gruppo, l’infiammazione alla radice del nervo della schiena ricomincia a far male.

Gundogan però non si arrende e vuole tornare in campo in questa stagione per aiutare il suo Borussia. Di mercato non vuole neanche sentire parlare, anche se il suo nome nonostante l’infortunio sia accostato ai più grandi club europei.

La sua stagione è finita?

“Assolutamente no. Lavoro duro ogni giorno per ritornare in campo. I compagni e la gente mi stanno aiutando e io voglio ringraziarli tornando in campo per loro”. 

Ha paura di perdere la Coppa del Mondo?

“Attualmente penso solo al Borussia. prima voglio tornare a giocare ad alto livello e poi penserò al Borussia. Inutile andare troppo in la con la mente, ormai ragiono passo per passo”. 

Ha paura per la sua carriera? 

“No. Ho un problema particolare di infiammazione del nervo, un problema non facile ma che trattandolo si riesce ad eliminare. Ho grande forza di volontà e non voglio mollare. Ho visto Bastian (Schweinsteiger, ndr) tornare in campo doo un lungo infortunio e lui mi ha dato un’ulteriore spinta per non mollare. Presto tornerò in gruppo, ne sono sicuro”.

Resterà a Dortmund in estate?

“Non penso a queste cose. Voi non ci crederete ma io sono concentrato solamente sul Borussia Dortmund. Nella mia situazione voglio pensare solamente alla mia squadra per tornare ad essere una parte integrante di questo gruppo. Quello che sento sul mio conto è del tutto irrilevante, anche perchè ho promesso che il mio primo interlocutore sarà sempre il Borussia Dortmund e sarò fedele alla mia parola”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS