In Messico vengono vietati i nomi bizzarri, come Facebook o Rambo

119
0
CONDIVIDI

Attenzione genitori amanti dei nomi stravaganti, lo stato messicano non perdona. La direttrice del Registro anagrafico di Sonora, Cristina Ramirez, ha detto di aver fatto bandire 61 nomi considerati non adatti, come “Facebook” e “Rambo“. Ciascuno dei nomi inclusi nella lista è stato registrato ufficialmente almeno una volta, ovviamente.

La legge in questione però, entrata in vigore lo scorso lunedì, mira a proteggere i bambini, che se chiamati con nomi bizzarri potrebbero essere presi in giro o sentirsi a disagio. La funzionaria ha detto poi che nella città di Navojoa sono stati registrati nomi assurdi come “Juan Calzon”, ovvero “Juan Mutandine”, oppure “Lady Di”, “Marciana”, ovvero “Marziana”, e addirittura “Circuncision”, “Circoncisione”.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS