Caos Amburgo, tifosi inferociti ma Van Marwijk resta

70
0
CONDIVIDI

(Rafael Van Der Vaart, capitano dell’Amburgo, viene portato via dalla sicurezza evitando lo scontro con i tifosi)

Terremoto in casa Amburgo. La sesta sconfitta consecutiva e il penultimo posto in classifica, hanno scatenato la rabbia dei tifosi (circa 300) che subito dopo la gara contro l’Hertha Berlino hanno atteso i calciatori fuori lo stadio lanciandogli contro insulti e oggetti e danneggiando anche due autovetture. Per circa due ore si sono vissuti momenti di paura e solo l’intervento della Polizia ha evitato il peggio.

Il Consiglio di sorveglianza della società ha convocato ieri una riunione di crisi straordinaria che è andata avanti per otto ore fino a tarda serata. Al termine della riunione il presidente Jarchow e il ds Kreuzer, sono stati informati della decisione del consiglio di confermare l’allenatore Bert Van Marwijk ancora per una settimana. Il futuro del tecnico olandese è infatti legato al risultato della prossima partita contro il Braunschweig, gara da vincere a tutti i costi.

Il consiglio di sorveglianza ha però contatto anche il tecnico Felix Magath, chiedendogli una disponibilità di massima in caso Van Marwijk venisse esonerato. Il tecnico si è detto pronto a prendere la guida dell’Amburgo appena ci sarà l’occasione.

L’Amburgo è così pronto a cambiare tecnico per la terza volta in stagione, cercando di recuperare una situazione di classifica sempre più difficile. Il danno di immagine è ormai molto grande e l’unico modo per salvare la faccia è quello di evitare una storica retrocessione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS