Schalke inarrestabile, adesso è fuga Champions

40
0
CONDIVIDI

Schalke – Hannover    2-0

 

Schalke: Fährmann – Uchida , Matip, Felipe Santana, Kolasinac – K.-P. Boateng, Neustädter – Farfan, Meyer, Obasi – Huntelaar.  All. Keller

Hannover: Zieler – Rajtoral, Marcelo, Hoffmann, C. Schulz – Schmiedebach, Stindl – Huszti, Bittencourt – Rudnevs, Diouf.  All. Korkut

Arbitro: Christian Dingert

Marcatori: 39′ Farfan, 44′ Meyer

 

Lo Schalke 04 è la più bella realtà di questo 2014. I Knappen sono tornati a mettere paura al campionato grazie al quarto successo consecutivo che lancia i biancoblù a +4 sulle inseguitrici M’gladbach e Wolfsburg. Quattro vittorie di cui tre arrivate contro tre squadre che viaggiavano a mille e che potevano lasciare all’asciutto la banda di Jens Keller. Invece lo Schalke ha strapazzato tutte le concorrenti mettendole in fila sotto i colpi di Farfan, Huntelaar, Meyer e uno strepitoso Boateng. Le chiavi della svolta sono state due: il ritorno del capitano Huntelaar, giocatore troppo importate per lo Schalke e soprattutto il cambio di modulo passato al 4-1-4-1. Grazie a questo cambio tattico i biancoblù possono godere di un Boateng straordinario nel ruolo di regista e di un trequartista di rara intelligenza e tecnica come Max Meyer. E’ senza dubbio la rivincita di Keller.

Contro un buon Hannover, che si ferma a Gelsenkirchen dopo due successi consecutivi, lo Schalke apre e chiude la gara nei 5′ finali del primo tempo. Ci pensa  prima il peruviano Farfan a superare Zieler spingendo in rete un colpo di tacco di Obasi. Il raddoppio lo serve ancora Meyer, sempre più uomo squadra e giocatore decisivo. Nella ripresa gli uomini di Korkut provano a spingere sull’acceleratore ma lo Schalke controlla senza problemi le iniziative di Rudnevs e soprattutto Diouf. Boateng delizia la Veltins Arena con una gara da 10 in pagella. Finisce 2-0 con le prove superlative, oltre ai soliti, di Kolasinac e Obasi, giocatori sottovalutati ma che da oltre un mese stanno dimostrando di valere sia la Bundesliga che una grande squadra come lo Schalke. Non bisogna fare drammi invece in casa Hannover, perchè nonostante la sconfitta i sassoni hanno dimostrato nuovamente di aver cambiato marcia. Bella la reazione della ripresa, che serve da stimolo per cercare di agguantare la zona Europa League. Nonostante la distanza, le possibilità ci sono ancora.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS