Vince ancora il Bayer, Son fa piangere il Borussia

47
0
CONDIVIDI

Borussia M’gladbach – Bayer Leverkusen     0-1

 

Borussia: ter Stegen – Nordtveit, Jantschke, Stranzl, Wendt – Kramer, Xhaka – Herrmann, Arango – Raffael, Kruse.   All. Favre

Bayer: Leno – Hilbert, Toprak, Spahic, Can – Bender, Rolfes, Castro – Sam, Kießling, Son.  All. Hyypia

Arbitro: Florian Meyer

Marcatori: 62′ Son

 

Il Borussia M’gladbach sbatte ancora sulla sua bestia nera Leverkusen e rimedia la terza sconfitta consecutiva nelle prime tre gare del 2014. Il Bayer è di nuovo maledetto per i Fohlen di Lucien Favre, che da 25 anni non riescono a battere in casa i rossoneri. Stavolta è bastato un gol meraviglioso del sud coreano Heun Min Son per far cadere nuovamente il Borussia Park nel nuovo anno bissando il successo del Bayern di due settimane fa. Un Borussia non brutto questa sera,  ma che purtroppo sembra incapace di segnare come faceva fino ad un mese fa.

Hyypia può invece tornare a sorridere perchè il suo Bayer è ancora quella squadra rapida e micidiale del girone di andata. Il ritorno di Sam in avanti ha ridato all’attacco rossonero anche quel pizzico di imprevedibilità che si era smarrita.  Oltre a due tiri di Herrmann e Kruse (grandi parate di Leno) per il resto le “aspirine” hanno giocato una gara tranquilla e senza soffrire più di tanto. Hyppia ha rimandato l’esordio del messicano Guardado, preferendogli un buonissimo Emre Can che ha sopperito anche all’assenza di un veterano come Reinartz. La partita ha vissuto di sussulti improvvisi specie alla fine del primo tempo e poi nel finale, dove la buona volontà dei padroni di casa ha impensierito un Bayer arretrato nella propria metà campo. Splendido il gol di Son, che con un destro a giro di rara bellezza e precisione, ha superato l’incolpevole ter Stegen, rovinando la 100.a panchina in Bundesliga per Favre.

Bayer che così allunga al secondo posto staccando il Dortmund di 7 punti. Borussia in crisi nera e che rischia ora di vedere allontanarsi pericolosamente il quarto posto. I bianconeri sono un’ottima squadra ma purtroppo stanca e con poche alternative. Favre non fa ruotare la squadra e nel mercato di gennaio non è stato comprato nessuno in grado di sostituire in titolari. Di sicuro i Fohlen torneranno a vincere ma non bisogna svegliarsi troppo tardi altrimenti si rischia di mandare all’aria un girone d’andata tra i più belli della sua storia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS