Lega, polemica sul nome della mascotte di EXPO

121
0
CONDIVIDI

Il simpatico naso a forma d’aglio della mascotte dell’Expo 2015 si chiamerà ‘Guagliò’, ma alla Lega Nord questo nome non è andato proprio giù.

Una nota ufficiale della segreteria del partito prende le distanze dal nome che, a detta loro, non rappresenterebbe adeguatamente la regione e la città ospitante l’evento internazionale. La mascotte, disegnata da Disney Italia, si basa sull’idea di una Famiglia di frutti e verdure, ognuno con caratteristiche, personalità e nomi diversi, riunita in un volto unico. Il primo nome scelto, grazie ad un referendum tra bimbi, è quello del naso: si chiamerà Guagliò (che curiosamente contiene la parola aglio).

Alla Lega Nord non è piaciuto il nome scelto. Ecco la nota rilasciata dalla segreteria: “Il fatto che Milano e i Lombardi debbano essere rappresentati davanti agli occhi del mondo, in una vetrina a rilevanza globale quale è Expo 2015, da una mascotte con un nome napoletano, è una stupida provocazione per guadagnare i titoli di stampa e l’ennesimo insulto all’identità lombarda”

I nomi degli undici frutti-personaggi e della mascotte ufficiale dell’Evento universale sono stati attribuiti attraverso un “Concorso di idee”, aperto a bambini di età compresa tra i 4 e i 14 anni e residenti in Italia.

fonte | Yahoo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS