Panasonic Lumix DMC-LF1: la recensione

8511
0
CONDIVIDI

Con l’avvento degli smartphone e delle loro fotocamere sempre più potenti, è necessario che le varie aziende produttrici di macchine fotografiche investano e sviluppino le loro punta e scatta allo scopo di differenziarsi e giustificarne l’acquisto. Panasonic è riuscita nell’impresa, producendo la LF1, una fotocamera tascabile di ultima generazione, dotata di Wi-Fi e tecnologia NFC, che va ad affiancarsi alla serie LX con alcune importanti novità tra cui: uno zoom più potente e luminoso ed un mirino elettronico. È disponibile nelle due colorazioni bianco e nero ed è acquistabile ad un prezzo di 365,31€

Caratteristiche di base

Monta lo stesso sensore CMOS (7.44 x 5.58 mm) della LX7, però da 12 megapixel, la velocità massimo di scatto raggiungibile è di 1/4000 sec. ed offre una gamma ISO di 80-6.400 espandibili fino a 12.800. Ha uno zoom con stabilizzatore ottico da 7,1x equivalente a 28-200 mm ed un’apertura massima di f/2.0. Modalità AF a 23 aree ed è possibile registrare video in full HD 1920 x 1080 nei formati MPEG-4 e AVCHD.

panasoniclf1s

Qualità costruttiva ed ergonomia

La LF1 sfoggia un design pulito ed elegante, leggera, pesa solamente 192 gr batteria inclusa e di dimensioni ancora più piccole rispetto alla LX7. È una compatta solida e ben costruita, unica cosa, la superficie anteriore liscia rende la presa con una sola mano un po’ scivolosa. Sulla parte superiore della fotocamera si trova la ghiera delle modalità di scatto, il pulsante di scatto attorniato dallo zoom e il tasto on/off. Sulla parte anteriore si trovano un pulsante per passare dalla modalità live-view al mirino elettronico ed un altro per attivare il Wi-Fi. La registrazione dei filmati avviene in modo semplice, premendo il pulsante dedicato.

panasoniclf1b

Funzioni

Lo schermo LCD da 3″ con 920.000 punti, è brillante e ben visibile in tutte le situazioni, peccato che non sia touch-screen. È presente anche un mirino elettronico che ovviamente, visto il prezzo e le dimensioni ridotte della fotocamera, non si può pretendere il massimo, la risoluzione è bassa ed anche la visuale non è molto ampia. La LF1 offre una vasta gamma di opzioni di scatto, fra cui: due modalità personalizzate, la modalità scena con 16 preset, la modalità panorama, la modalità controllo creativo con vari effetti da applicare, la modalità auto intelligente e le quattro modalità classiche di una reflex: A, S, M, P. Tutte facilmente selezionabili dalla ghiera principale. Molto interessante è la modalità panorama che registra una serie di immagini e le fonde tutte insieme in un lampo, permettendo di risparmiare del tempo in post-produzione. Con il wi-fi è possibile visualizzare le immagini su uno schermo più grande e dettagliato, inoltre, attraverso il vostro smartphone potrete controllare la fotocamera con l’apposita app gratuita disponibile sia per dispositivi iOS che Android.

panasoniclf1l

Prestazioni

Le immagini prodotte sono belle e di qualità, non si notano particolari aberrazioni cromatiche, manca solamente un po’ di nitidezza. Fino a ISO 1.600 le immagini sono pulite e prive di rumore, inizia però a vedersi notevolmente dai 3.200 in su. La LF1 si difende bene nelle scene ad alto contrasto e si ottengono belle immagini anche di notte, grazie al tempo massimo di scatto di 60 secondi in modalità manuale e cielo stellato.

lf1iso

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS