Lenovo acquista Motorola, ma i brevetti rimangono a Google

808
0
CONDIVIDI

Google e Lenovo hanno portato a compimento un’acquisizione storica, l’ennesima a dire il vero. Dopo aver acquistato Motorola nel 2011 per 12,5 miliardi di dollari, Google sta vendendo di nuovo la società specializzata nella telefonia mobile a Lenovo per 2,9 miliardi di dollari. Nessun dipendente Motorola verrà licenziato mentre Dennis Woodside si ritroverà ancora alla guida della società, almeno per questo periodo di transizione.

Yang Yuanqing, CEO di Lenovo, ammette di aver ascoltato il recente discorso sullo stato dell’Unione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama e di aver fatto tesoro delle sue dichiarazioni. “Abbiamo investito sull’America“, afferma Yuanqing. Lenovo trarrà vantaggio anche dall’esperienza di Motorola, che è decisamente più addentrata nelle relazioni con gli operatori mobili e non solo.

Ma perché Google rivende una società acquistata nel 2011 per 12,5 miliardi di dollari a soli 2,9 miliardi? Semplice, perché a Lenovo vanno soltanto 2.000 brevetti Motorola, mentre gli altri 15.000 circa rimangono nelle mani di Google, che ha da poco stipulato un importante accordo con Samsung in tal senso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS