“Today Apple reinvents the phone”

1877
0
CONDIVIDI

“Today Apple reinvents the phone”, furono queste le parole con cui Steve Jobs, il 9 gennaio 2007, presentò al mondo il primo iPhone. Per molti un giorno storico, che ha cambiato il cammino dell’informatica e della telefonia mobile, dando modo all’industria di svilupparsi in modo più veloce e verso una direzione ben definita. E’ stata questa la rivoluzione di Apple, che grazie ad un dispositivo ha saputo trascinare dietro di se anni di prototipi, esperimenti venuti male e prodotti che provavano a vedere il futuro. L’iPhone in se per se, quindi come dispositivo, aveva poco di rivoluzionario, ma ciò che lo rese unico fu tutto ciò che vi girava intorno, le applicazioni, il touchscreen capacitivo, il sistema operativo e tutto il mondo Apple che vi era all’interno, da iTunes ai, successivamente inseriti, App store e iBook store.

Il 9 gennaio 2007, nemmeno Apple sapeva dove questo nuovo piccolo dispositivo, chiamato iPhone, sarebbe potuto andare, ma la scommessa era ovvia: provare a rivoluzionare un settore che fino a quel momento era stato fondamentale per lo sviluppo tecnologico del pianeta. Non è semplice mostrarsi al mondo, senza mai aver prodotto un telefono cellulare, e quindi non conoscendo affatto questo particolare settore, dicendo che da quel giorno in poi tutto sarebbe cambiato. La frase “Today Apple reinvents the phone” rientra nei parametri del DNA targato Apple, poiché ogni dispositivo che crea vuole essere da porta bandiera per le generazioni successive.

Con iPhone è stato così, che lo si voglia o no Apple ha rivoluzionato un mondo che era in fase di stallo, senza innovazione, e che provava a lanciare prodotti senza una filosofia o uno scopo esatto. Ad oggi, molti criticano Apple per la mancata innovazione che viene effettuata nei prodotti, ripetitivi e con dei miglioramenti minimi. Questi però, devono capire che l’innovazione di Apple è avvenuta proprio in quel 9 gennaio 2007, con il cambio di filosofia rispetto ai prodotti precedenti e con una ventata di aria fresca con l’introduzione di nuove tecnologie. Non possiamo pensare che le aziende si rinnovino di anno in anno, perché 365 giorni dopo l’uscita di un prodotto le tecnologie sono pressappoco le stesse. Ci vogliono tempi molto più maturi, più lunghi, capaci di saper dare tecnologie mai viste, che poi sicuramente cambieranno di nuovo un prodotto e il settore che lo contiene.

steve-jobs-zeigt-erstes-iphone-2007

Apple è di questa idea e lo fa vedere anche con il lancio delle versioni ‘s‘ dei suoi iPhone. L’anno in cui viene lanciato un ‘iPhone s’ è un anno di stallo, nel quale Apple va ad inserire nel suo device primario le tecnologie sviluppate nel corso dell’anno, come nuovi e più potenti chip, lenti e fotocamere migliori e altre piccole migliorie che rendono i dispositivi al passo con i tempi. L’anno successivo, quindi quello della nuova versione effettiva di iPhone, è l’anno in cui Apple rivoluziona il design e anche il concetto del prodotto stesso, inerendo le tecnologie sviluppate in due anni, quindi in tempi nettamente più lunghi e maturi dei 365 giorni di un anno.

Ovviamente la rivoluzione che Apple fece il 9 gennaio 2007 fu soprattutto inserire un mondo, quello della rete, all’interno di un dispositivo piccolo come un pacchetto di sigarette. Le app, la musica, le immagini, internet stesso e molte altre piccolezze fecero dell’iPhone un dispositivo unico e mai prodotto. Anche il sistema operativo integrato alla perfezione con l’hardware fu un’ottima intuizione, poi ripresa dagli altri produttori. Chi ha anche poca competenza con l’informatica saprà che un dispositivo da molto di più a livello di prestazioni con un sistema operativo studiato ad hoc per esso. Risulta più veloce e dinamico, oltre che più fluido quando si naviga.

Potremmo parlarne per ore, valutare gli aspetti della concorrenza e l’innovazione che essa ha fatto negli ultimi anni, ma se andiamo a stringere capiamo che la scintilla che fece partire tutto fu proprio l’arrivo di iPhone. La storia parla, ed essa non può essere cambiata. Il 9 gennaio 2007 rimarrà nella storia come il giorno in cui Apple diede il via ad una delle più importanti rivoluzioni informatiche della storia che, volente o nolente, ha cambiato l’industria della telefonia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS