FIFA 14 e PS4: il gameplay diventa imprevedibile

3563
0
CONDIVIDI

Vi avevamo annunciato sui nostri canali social un approfondimento sulla PlayStation 4 e su FIFA 14 in particolare. Abbiamo trascorso circa un’ora insieme a questo gioiellino, in compagnia dell’immancabile FIFA, gioco che tutti gli amanti del calcio dovrebbero acquistare. Personalmente gioco a FIFA dall’edizione 2008. Ho quindi vissuto in prima persona l’evoluzione della saga, fino ad arrivare a FIFA 14. Non ho provato FIFA 14 per PlayStation 3, proprio perché volevo iniziare questo ennesimo capitolo direttamente con la console next gen di casa Sony.

Il primo impatto è stato da pelle d’oca. FIFA 14 è quello che avevo sempre desiderato. Imprevedibilità, imprevedibilità ai massimi livelli. Ogni azione non è più scontata come nelle precedenti generazioni, ogni calciatore può commettere errori, sbagliare clamorosamente un goal e porta vuota, beccarsi un cartellino rosso senza che la colpa sia completamente vostra, etc. Tutte questa imprevedibilità rende ogni partita emozionante, come un vero match dopotutto.

Basti pensare ai calcio d’angoli: su FIFA 13 erano più che scontati. O si faceva goal o la palla veniva respinta dalla difesa avversaria. Ora c’è proprio l’imprevedibilità di mezzo. I difensori commettono errori e la palla rimane lì, in aria di rigore, anche per diversi secondi.

Non mi esprimo per quanto riguarda l’aspetto grafico. La next gen va assolutamente provata, vissuta in prima persona, che essa si chiami Xbox One o PlayStation 4.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS