Apple e Google: nemiche e amiche

992
0
CONDIVIDI

Apple e Google sono da sempre concorrenti, ne siamo certi, e lo possiamo capire anche dalla minacciata “guerra termonucleare” che Steve Jobs ha annunciato in merito ad Android. Se in ambito mobile, non vi è alcuna collaborazione tra le due aziende, non si può certo dire la stessa cosa della linea Mac, che Google da sempre apprezza. Sono infatti oltre 40.000 i desktop e portatili con OS X in dotazione al personale Google. Ma come è possibile gestire questa mole di computer, che generano una quantità di dati indescrivibile? Ne hanno parlato Clay Caviness e Edward Eigerman in occasione della conferenza LISA 13 andata in scena a Washington.

Non utilizziamo gli strumenti di Apple per la gestione dei Mac. L’azienda mette a disposizione due tool: OS X Server e Remote Desktop. Risultano piuttosto inefficaci quando si devono gestire più di 50, 100 o 200 macchine. Abbiamo perso la loro attenzione per quanto riguarda gli strumenti di gestione dedicati alle realtà professionali.

Ma perché Apple ha smesso di aggiornare i software per la gestione di più computer? Una spiegazione più che logica potrebbe essere quella che, data la grande popolarità di iPhone e iPad, l’azienda di Cupertino si sia spostata su questa linea, lasciando da parte la serie Mac e ciò che ne circonda. Per risolvere tale problema Google ha iniziato a sviluppare (e presto li renderà disponibili) alcuni software creati ad hoc: PuppetMunkiCauliflower Vest e CanHazImage.

Cosa ne pensate? E’ giusto che Apple lasci da parte i Mac poichè questi riscuotono meno successo rispetto agli iDevices? Scrivetecelo nei commenti!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS