Amburgo e Werder, ora o mai più

37
0
CONDIVIDI

La domenica di Bundesliga si conclude oggi con gli impegni tra Amburgo e Hannover e Werder Brema – Mainz. Due sfide difficilissime e aperte a qualsiasi risultato, anche se le due grandi del Nord, Amburgo e Werder, vogliono assolutamente far valere il fattore casa.

L’Amburgo avrà di fronte un Hannover ferito e che non vince da 6 partite. Le grane Zieler e Diouf hanno minato un pochino la tranquillità nello spogliatoio ma Slomka è sicuro che in suoi risponderanno sul campo. Il capitano Hustzi ha però dichiarato che la squadra “non riesce a giocare a calcio”, colpa della poca creazione di palle gol. Dall’altra parte della barricata c’è un Amburgo che deve sopperire all’assenza di Rafael Van Der Vaart, sostituito dal turco Calhanoglu che deve dimostrare finalmente di essere un leader. Van Marwjik in conferenza stampa ha dichiarato che l’Amburgo meriterebbe una classifica diversa visto il gioco espresso e che già da domenica i risultati gli daranno ragione. L’Amburgo deve assolutamente vincere, perchè il Friburgo, terz’ultimo, è ad un solo punto dai Dinos.

Il fattore Weser Stadion potrebbe essere decisivo invece per il Werder di Dutt. A Brema arriva un Mainz difficile da affrontare ma non eccezionale in trasferta. Gli uomini di Tuchel sono reduci da 6 punti in tre partite, un bottino che ha portato i biancorossi al nono posto in classifica. Il tecnico però non è ancora soddisfatto, perchè la squadra a suo modo di vedere, non è ancora uscita dalla crisi.

Vuole invece il sorpasso in classifica il Werder di Dutt, che con una vittoria potrebbe portarsi al settimo posto agganciando l’Hertha Berlino. Dopo un inizio difficile, sarebbe per i Verdi per una vera e propria impresa. Squalificato Garcia, Dutt schiererà Schmitz terzino e si affiderà in avanti al rientrante argentino Franco di Santo, finalmente guarito dall’infortunio al ginocchio. Su di lui si aggrappa tutto il popolo Verde.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS