Pausa pranzo: il desk eating nuoce alla salute

302
0
CONDIVIDI

Chi per lavoro e chi per pigrizia, molte persone passano la maggior parte della loro giornata davanti un computer e nemmeno la pausa pranzo riesce a distogliere il loro sguardo dal monitor. È proprio la pausa pranzo lavorativa la protagonista di un nuovo studio e l’antagonista della nostra salute.

Il desk eating comporta un’alimentazione non proprio salutare con conseguente aumento di peso. Ad affermarlo è un gruppo di esperti in integrazione alimentare che svela come il mangiare alla scrivania predispone il soggetto all’assunzione di una quantità eccessiva di calorie.

Gli studiosi affermano che la presenza di distributori automatici nei luoghi di lavoro è particolarmente negativa per la nostra linea. Mangiando snack e bibite gassate prese da distributori automatici, può portare all’assunzione di oltre 1.200 calorie, che sommate alle altre assunte durante il resto della giornata, va a rappresentare una minaccia per la nostra salute fisica.

Sappiamo tutti quali sono i rischi che corriamo se includiamo nella nostra alimentazione il cosiddetto junk food. Basta abbandonare la scrivania almeno per quell’ora di pausa pranzo, per scampare a tutti quegli effetti nocivi di un’alimentazione scorretta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS