Crepacuore: uno studio conferma che si può morire

273
0
CONDIVIDI

Morire di crepacuore si può, lo afferma uno studio condotto da alcuni ricercatori di Harvard. Gli studiosi hanno preso in esame circa 26.000 persone americane dai 50 anni in su, concentrandosi soprattutto su 12.316 di essi che si sono sposati nel 1998.

Questo numeroso gruppo di partecipanti è stato seguito dai ricercatori fino al 2008, i quali hanno registrato quanti di essi erano diventati vedovi. In 10 anni si sarebbero registrati circa 2.912 decessi, 2.373 dei quali erano sposati e i restanti 539 erano già vedevi a loro volta.

I risultati ottenuti da questo studio affermano come la morte di un vedevo aumenti del 66% addirittura già dopo 3 mesi dalla perdita del coniuge. Gli esperti non sono ancora in grado di spiegare il motivo di questo fenomeno. Probabilmente, la causa può essere dovuta ad un cambiamento dello stile di vita o alla solitudine provocata dalla scomparsa del coniuge.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS