Löw: “Dortmund – Bayern non è affare mio”

166
0
CONDIVIDI

Alla vigilia del “classico” contro l’Inghilterra, il ct tedesco Joachim  Löw torna a parlare sulla polemica sollevata per il “presunto” turn over pro Bayern, attuato dal ct.  Sabato infatti ci sarà l’attesa sfida Borussia Dortmund – Bayern Monaco e i giocatori bavaresi saranno esclusi quasi in toto dalla sfida contro gli inglesi. Addirittura Neuer e Lahm sono stati mandati a casa da  Löw, potendo riposare così per 7 giorni contro i 4 di quelli gialloneri. A tal proposito il ct ha voluto chiarire che per lui conta solo la sua nazionale:

“A me di Dortmund – Bayern non importa nulla. Io alleno la nazionale e faccio le mie scelte in base alle squadre che vado ad affrontare. Non posso e non devo pensare, anche alle partite di campionato. Mi sembra che comunque molti di loro giochino sia il martedì in Champions League che poi il sabato in campionato, senza che si crei nessun caso mediatico”. 

Contro l’Inghilterra giocherà in porta Weidenfeller, mentre in campo andrà una formazione completamente rivoluzionata rispetto a quella scesa in campo a Milano contro l’Italia. Scelta che ha fatto “infuriare” anche i media inglesi, che hanno accusato il ct di snobbare la nazionale di sua maestà. Löw crede comunque che la sfida contro l’Inghilterra sia uno dei test più probanti verso Brasile 2014:

“Considero l’Inghilterra una delle squadre più forti del mondo. per noi rappresenta un test fondamentale verso il mondiale, va affrontato con concentrazione altrimenti si rischiano brutte figure”. 

Un pensiero poi va anche alla Francia, che contro l’Ucraina rischia una clamorosa eliminazione dal Mondiale nonostante stelle del calibro di Ribery, Pogba, Benzema e Valbuena. Per Löw però, la sfida è ancora aperta:

“L’Ucraina ha dimostrato di essere una grande squadra. Credo che però la sfida sia ancora aperta perchè la Francia vorrà ribaltare il risultato in casa e ne ha tutte le possibilità”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS