Cosa fare quando si ha un calo di pressione

327
0
CONDIVIDI

Abbiamo parlato dell’ipertensione, fenomeno in cui si ha un’elevata pressione del sangue nelle arterie. Oggi parliamo invece dell’ipotensione o più comunemente chiamata calo di pressione, in cui si ha una ridotta pressione nelle arterie.

A differenza dell’ipertensione, l’ipotensione non comporta nulla di grave, se non un collasso cardiocircolatorio che non risulta nemmeno essere pericoloso per la salute. Un fenomeno particolarmente ricorrente nei mesi estivi, quando i vasi sanguigni anziché restringersi come avviene in inverno, si dilatano, rallentando così la circolazione. Quando si parla di pressione bassa, molti associano il fenomeno ad un calo di zuccheri (ipoglicemia), una credenza falsa che in alcuni rari casi però può rivelarsi vera.

Tra i rimedi più utilizzati troviamo il bicchiere di acqua e zucchero, che nella maggior parte dei casi si rivela inefficace. Esiste un modo per rimediare alla pressione bassa? Ne esistono alcuni, vediamo insieme quali. Tra i rimedi naturali primo fra tutti troviamo, il sale. Aggiungere un pizzico di sale in più in ogni piatto, può risultare un validissimo metodo per alzare la pressione sanguigna.

Si può assumere un pezzo di liquirizia pura, che grazie al suo potere dolcificante, ha un’azione ipertensiva. Questi due rimedi naturali, vanno assunti con moderazione e sono altamente sconsigliati per i pazienti affetti da ipertensione arteriosa. E’ consigliato sempre, portare con sé un farmaco vasocostrittore, da assumere ogni qualvolta si ha una crisi ipotensiva. Come comportarsi? Bisogna stendersi, portando le gambe in alto, in modo da favorire la circolazione del sangue al cervello.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS