I primi esseri viventi sulla Terra erano australiani

233
0
CONDIVIDI

I primi esseri viventi apparsi sulla Terra potrebbero essere nati in Australia. Questo almeno rivela una roccia ben preservata di quasi 3,45 miliardi di anni fa. Su di essa è infatti stato trovato un ecosistema microbico, ora in fase di studio da parte dei ricercatori.

Wacey, sulla rivista Astrobiology, ha scritto:

Riteniamo che sia la più antica evidenza di vita sulla Terra, che precede di alcuni milioni di anni i microfossili scoperti finora. La regione di Pilbara contiene alcune delle migliori, più antiche e meno deformate rocce sedimentarie sulla Terra. Microbi e batteri amano vivere in comunità. Questi microbi vivevano in strati che richiedevano differenti gradienti chimici per sopravvivere. Quindi i batteri che amavano la luce si trovano verso la cima, e gli altri verso il fondo.

Questi batteri sono stati gli esseri viventi più evoluti del pianeta per miliardi di anni, ovvero quando la Terra era nettamente differente da come lo conosciamo oggi, con temperature e livelli del mare molto più alti. Non vi era ossigeno, ma abbondanza di CO2 e di metano, e gli oceani erano molto più caldi.

Se ecosistemi come questi venissero scoperti anche su Marte allora sì che si potrebbe affermare che anni fa c’era vita sul Pianeta Rosso.

fonte | Tgcom24

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS