Klose: la Lazio lo ferma ma la DFB lo porta a Milano

87
0
CONDIVIDI

L’infortunio di Miroslav Klose fa discutere ancora una volta la Lazio e la Federazione tedesca. L’attaccante biancoceleste, infortunatosi ad una spalla domenica scorsa durante la partita di campionato giocata a Parma, ha risposato alla convocazione della sua nazionale ed è stato visitato a Monaco di Baviera dallo staff medico della nazionale tedesca. La sua presenza, per la doppia amichevole contro Italia e Inghilterra è in forte dubbio, nonostante la Fedarazione tedesca non si sia ancora espressa sulle reali condizioni del giocatore e sui tempi del suo recupero. Dalle pagine di Kicker, emerge la volontà della DFB, di far partire il giocatore con il resto del gruppo. Dall’Italia invece, il medico sociale della Lazio, Dott. Roberto Bianchini, ha dichiarato dalle frequenze della radio ufficiale della società che il calciatore ha bisogno di fermarsi almeno per tre settimane e che la società attende notizie dalla Germania con cui resta costantemente in contatto. Non è la prima volta che tra lo staff medico della Lazio e quello della DFB, ci siano punti di vista diversi rispetto a modalità di intervento e tempi di recupero. Il CT Löw è comunque intenzionato a portare il calciatore a Milano per l’amichevole contro gli azzurri di Cesare Prandelli, decidendo solo giovedì durante l’ultimo allenamento allo stadio Meazza, se far giocare Klose oppure no. Difficile comunque che l’attaccante sia in campo venerdì sera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS