Gastrite

283
0
CONDIVIDI

Per gastrite si intende un insieme di disturbi che riguardano la mucosa gastrica. La mucosa gastrica è lo strato più interno dello stomaco, il cui compito è quello di proteggere l’epitelio gastrico dall’acido cloridrico prodotto dalle cellule parietali dello stomaco.

La gastrite si può definire come un’infiammazione della mucosa gastrica causata da un particolare batterio, l’Helycobacter pylori. L’azione dell’Helycobacter pylori è silente ed asintomatica fino a quando non si presentano i sintomi delle malattie digestive tra cui la gastrite. Questa infiammazione si divide in gastrite acuta, dovuta ad un’alimentazione scorretta e conseguente indigestione e in gastrite cronica, dovuta all’Helycobacter pylori e ad altri disturbi epatici e renali.

Quali sono i sintomi? I sintomi della gastrite comprendono:

  • Inappetenza;
  • Crampi addominali;
  • Vomito;
  • Reflusso gastroesofageo;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Diarrea;
  • Aerofagia;
  • Alitosi.

Quali sono le cause? Tra i fattori di rischio che possono scatenare un’infiammazione della mucosa gastrica si trova prima di tutto un’alimentazione scorretta come mangiare cibi acidificanti, cibi spazzatura, saltare la colazione e mangiare con tempistiche sbagliate. Anche l’uso prolungato di farmaci, una mancanza di attività fisica, bere alcolici, fumare, lo stress e l’ansia possono essere la causa o la concausa dei sintomi della gastrite.

Come può essere diagnosticata? Tra gli esami diagnostici troviamo:

  • Endoscopia gastrica;
  • Test per l’Helycobacter pylori;
  • Anamnesi;
  • Radiografia del sistema digestivo superiore;
  • Biopsia.

Qual’è la terapia? Una volta ottenuta la causa scatenante si procederà poi con il trattamento. Per il trattamento della gastrite troviamo:

  • Farmaci antiacidi;
  • Farmaci protettori della mucosa gastrica;
  • Farmaci inibitori della pompa protonica.

Una gastrite trascurata può comportare una serie di complicazioni i cui effetti potrebbero essere più o meno gravi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS