Francoforte al bivio, il Bayern per il record

60
0
CONDIVIDI

Dodicesima giornata spartiacque in Bundesliga. Molte squadre sono al bivio della stagione e, complice la sosta per le nazionali, potrebbero arrivare anche dei colpi di scena in panchina. Chi rischia di più è sicuramente Armin Veh ed il suo Eintracht Francoforte, impegnati in una trasferta difficilissima a Mainz. Dopo il ko di Tel Aviv la squadra è chiamata ad una reazione d’orgoglio alla Coface Arena per tornare a vincere dopo oltre un mese. Tornano in squadra Barnetta, Jung, Ozpika e Kadlec, tenuti a riposo per la trasferta in Israele.  Serve assolutamente fare punti per muovere la classifica e non farsi risucchiare nella lotta retrocessione. Il tecnico non rischia la panchina ma mai dire mai. Discorso simile per lo Stoccarda di Schneider, impegnato nel derby contro il Friburgo. Dopo le parole di incoraggiamento a seguito del 6-1 subito a Dortmund, il tecnico degli Svevi si aspetta una prova d’orgoglio con vittoria in casa di un Friburgo ancora mai vittorioso tra le mura amiche e reduce dal pareggio incolore contro l’Estoril in coppa.

“Vogliamo vincere questo derby e iniziare a risalire in classifica” – ha dichiarato Schneider in conferenza stampa – “Ho visto i miei ragazzi molto carichi e desiderosi di regalare una bella domenica ai proprio tifosi. La tensione del derby dobbiamo trasformarla in energia positiva”. 

Formazione confermata con Niedermeier che torna al centro della difesa con Schwaab che si sposterà a destra al posto di Sakai. 

Cerca il 37° risultato utile consecutivo il Bayern Monaco di Pep Guardiola, contro un Augsburg che arriva in Baviera per cercare di limitare i danni. Attenti però ai cali di concentrazione, pericolo che Guardiola non sottovaluta e per questo manderà in campo tutti i migliori. Javi Martinez giocherà al posto dell’infortunato Schweisteiger. Deve restare attaccata ai Campioni anche il Borussia Dortmund impegnato a Wolfsburg. I Lupi sono reduci da tre vittorie consecutive ed in casa posso far male a chiunque. Mancherà Diego infortunato ma gli uomini di Hecking vogliono continuare la loro scalata al quarto posto. Klopp ha chiesto ai suoi massima concentrazione contro una squadra di grande qualità come i biancoverdi di casa, cercando di trasformare in rabbia la delusione per la sconfitta di mercoledì contro l’Arsenal.

Bellissima partita anche tra Hoffenheim ed Hertha Berlino, tra due delle squadre più offensive e propositive della Bundesliga. Gisdol in settimana ha parlato di un Hertha pericolosissimo in contropiede e come vera sorpresa della stagione. I capitolini sono però in crisi di risultati e non possono più sbagliare. Oltre alle belle prestazioni, Luhukay vuole anche la vittoria. Tutta da gustare la sfida in avanti tra i due tridenti Volland, Firmino – Modeste e Ramos- Ben-Hatira- Ronny. I gol non mancheranno di sicuro.

Vuole vincere il Borussia M’gladbach di Lucien Favre e confermare il quarto posto. Dopo le lodi spese da mezza Bundesliga in settimana per i Fohlen, Favre non vuole perdere terreno contro un Norimberga disperatamente ultimo e assetato di punti. Sulla carta non ci dovrebbe essere risultato ma se Verbeek si chiude a bunker per il pareggio, scardinare la difesa bavarese sarà difficile per chiunque. Attenti però al contropiede, perchè Il Club, non muore mai.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS