Display curvi: il meglio deve ancora venire

1782
0
CONDIVIDI

Il futuro della tecnologia mobile è arrivato. In queste ultimi mesi abbiamo assistito all’arrivo di dispositivi come i Google Glass o il Galaxy Gear. Ma non solo. Anche i vari Galaxy Round e LG G Flex hanno portato un qualcosa di nuovo in un mercato ormai standardizzato. Tuttavia, questi dispositivi sono solo un lontano parente di quelli che invece saremo soliti utilizzare tra qualche anno. Per darvi un’idea di quello che saremo in grado di fare con i display del futuro abbiamo deciso di parlarvi di SEL.

SEL (Semiconductor Energy Laboratory) è una società giapponese che da anni lavora sul progresso della tecnologia di visualizzazione. Questa azienda ha realizzato un nuovo tipo di display che non soltanto curva (come quello del Galaxy Round o del G Flex) ma che copre l’intera superficie del dispositivo, quindi anche i bordi laterali e superiori. Una sorta di dispositivo tutto-schermo, senza bordi. Alla fiera FPD International 2013 del mese scorso, SEL ha messo in mostra questi display. È stato esposto un modello da 3,4 pollici OLED avente risoluzione 960×543, ma anche un moddelo da 5,4 pollici avente risoluzione 960×1280, capace di avvolgere anche i bordi laterali del dispositivo (immagine di inizio articolo).

Ma non solo smartphone, SEL ha mostrato anche il prototipo di un orologio avente un display curvo da 3,5 pollici, batteria integrata pieghevole con supporto alla ricarica wireless e Bluetooth.

Ma cosa saremo in grado di fare con questi nuovi dispositivi mobili tutto-schermo? Beh, molto dipenderà dagli sviluppatori. Magari i bordi laterali potrebbero essere utilizzati per le sole notifiche. Se così fosse allora il concept che vi mostrammo ad agosto, avente come protagonista un ipotetico iPhone 6, non è così irrealizzabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS