Cistite

281
0
CONDIVIDI

La cistite è un infiammazione della vescica, particolarmente fastidiosa perché si manifesta con una pesantezza al basso ventre, continuo bisogno di urinare e bruciore. Questa infiammazione è dovuta da alcuni microrganismi che raggiungono la vescica attraverso l’emissione delle feci ma anche dall’urina infetta che scende dai reni.

Altri fattori di rischio possono essere i rapporti sessuali, una cattiva igiene personale e l’uso di creme spermicide. La cistite generalmente ha una maggiore incidenza nelle donne di età superiore ai 20 anni questo perché l’uretra femminile essendo più corta di quella maschile è a più rischio contaminazione. La cistite può essere accompagnata anche da sanguinamento nell’urina (cistite emorragica) e da febbre quando l’infezione si propaga nelle alte vie urinarie.

La diagnosi della cistite consiste in un esame specifico delle urine. Se i livelli di contaminazione risultano superiori a 100.000/ml si può parlare di cistite e quindi si può intervenire effettuando un altro test chiamato antibiogramma. Una volta individuata la colonia batterica da trattare si procede con la somministrazione di antibiotici e antidolorifici ma si può intervenire, in casi meno gravi, con fermenti lattici, medicinali ad azione diuretica e l’uva ursina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS