Italia: gli utenti preferiscono connessioni mobile

970
0
CONDIVIDI

Con l’evolversi delle connessioni e dei dispositivi mobile non é più possibile associare la banda larga solo alle consuete reti domestiche o fisse. In un Paese come l’Italia circa un terzo delle famiglie é “mobile only” e cioè predilige connettersi, lavorare, svagarsi in mobilità; di conseguenza anche la connessione a banda larga si é dovuta adattare: circa il 60% degli italiani accedono a Internet in mobilità, tramite il loro smartphone (che ormai garantisce prestazioni paragonabili ad un computer in pochi grammi).  Anche se ancora un 90% di utenti Internet in Italia predilige collegamenti più “casalinghi”, nella maggior parte dei casi -circa 1/5 della popolazione- si collega solo attraverso la rete mobile.

smartphones-680x365

Appurato che in Italia il tasso di adozione della rete mobile é in crescita esponenziale, veniamo ora ai dispositivi che compongono il nostro arem tecnologico per connettersi. 1/5 degli utenti Internet dispone sia di un PC (tipicamente portatile), che di uno smartphone e un tablet, mentre sono oltre 1/3 quelli che si collegano sia da PC che attraverso il proprio smartphone. Cosa dovrebbe significare questo? Semplicemente che in Italia la via degli smartphone é la scelta maggiormente adottata dalla gran parte di noi, coloro che amano fare tutto e di tutto in movimento. Gli smartphone  stanno alla  rete mobile così come l’uomo sta alla terra, l’aumento sul mercato dei primi ha effetti sinergici ed esponenziali sulla seconda e con la sfida vivida sulla banda ultra larga (mobile vs fisso) la situazione non é proprio a favore dell’utente “fissocentrico”.

Tuttavia entrambe le posizioni hanno dei vantaggi e quale miglior modo di raccontarlo se non tramite le vostre esperienze personali? Diteci come vi trovare nel vostro caso: sarete utenti “fissocentrici” o “mobile” ? Scriveteci  nei commenti qui sotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS