La vitamina B per ridurre il rischio di ictus

320
0
CONDIVIDI

L’ictus è una condizione patologica che si verifica quando l’afflusso di sangue al cervello viene interrotto, danneggiando così i tessuti. L’ictus può essere evitato adottando alcune precauzioni. Tra i fattori di rischio troviamo il colesterolo alto l’elevata pressione sanguigna, il diabete, il sovrappeso, l’alcool, il fumo, le droghe. Da un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Zhengzhou emerge che, una vitamina in particolare, ha fa facoltà di ridurre il rischio di ictus. Stiamo parlando della vitamina B, una sostanza organica, di notevole importanza per il nostro organismo.

Sono stati esaminati i campioni di 54.913 persone, partecipanti a 14 studi clinici, nei quali venivano analizzati gli effetti delle vitamine del gruppo B. La ricerca ha avuto una durata di circa 6 mesi, durante i quali 2.471 persone hanno avuto un ictus. Dai risultati dell’analisi è emerso che per coloro che assumevano le quantità adeguate di vitamina B, il rischio di ictus si riduceva del 7%. Non tutte le vitamine del gruppo B sono capaci di ridurre il rischio però, infatti la B12 e la B9 non sembrerebbero avere questa facoltà. L’assunzione della vitamina B però, affinché risulti anti ictus, deve avvenire con l’alimentazione e non attraverso gli integratori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS