iPhone 5s: ecco le prime recensioni

2582
0
CONDIVIDI

iPhone 5s è stato presentato il 10 settembre all’evento Apple e non è ancora uscito, ma già arrivano le prime recensioni di chi ha avuto la fortuna di provarlo. Ecco alcune prime impressioni delle testate tecnologiche più importanti d’America, che abbiamo tradotto per voi e che vi invitiamo a leggere:

Iniziamo con Jim Dalrymple, The Loop:

L’impostazione di una impronta digitale è facile come appoggiare il dito sul pulsante Home e seguire le istruzioni sullo schermo. Il pulsante vibra quando si sta leggendo; sollevare il dito e appoggiarlo sul pulsante di nuovo, e ripetere finché non è finito. Molto semplice.

Gli incrementi di velocità sono qualcosa che ci aspettiamo con i nuovi prodotti Apple, ma l’iPhone 5s va al di là delle aspettative. Oltre al processore più veloce, l’iPhone 5s è anche il primo telefono al mondo a 64-bit. Questi cambiamenti rendono il 5s fino a due volte più veloce l’iPhone 5 che è un aumento significativo.

Darrell Etherington, TechCrunch:

A prima vista, è facile respingere il sensore di impronte digitali come caratteristica progettata per attirare occhi e fare poco altro. Ma questo non è esatto. Il sensore di impronte digitali, a differenza di qualche altra recente tecnologia smartphone discutibile come il controllo gesto o eye-tracking, non si sente come un espediente o tech demo, ma si sente come una caratteristica matura che migliora realmente l’esperienza di utilizzo di un iPhone in modo evidente e che si incontra molto di frequente.

Walt Mossberg, AllThingsD:

In primo luogo, affrontiamo  le prestazioni a bassa luminosità della fotocamera. Gli scatti che abbiamo fatto con il 5s erano sempre meglio di quello che abbiamo fatto con il 5: erano più nitidi, con dettagli più precisi, colori più naturali e molto meno rumore. Come ci si potrebbe aspettare, i nostri colpi di luce erano all’incirca alla pari, anche se ci sono stati un paio di volte quando il 5s ha vinto con un leggero margine, offrendo solo un po ‘più in dettaglio.

Anche così, i nostri scatti hanno mostrato più rumore e meno dettaglio rispetto alle stesse immagini riprese con il Nokia Lumia 1020. Il 5s fa anche un buon lavoro di riproduzione dei colori, ma non è il migliore interprete di questa categoria. Non commettete errori, però: l’iPhone è stato – e continua ad essere – grande come una semplice fotocamera prendi e scatta. Esso non può essere una best-in-class, ma la stragrande maggioranza degli utenti di iPhone sarà ancora più felice.

Edward Baig, USA Today:

Apple non ha ancora aperto il Touch ID agli sviluppatori di applicazioni esterne, qualcosa che mi piacerebbe vedere accadere prima o poi. L’azienda ha anche ritardato il rilascio di una funzione chiamata iCloud portachiavi che permette di memorizzare tutte le password Web nel cloud. Così, in futuro si potrebbe essere in grado di utilizzare le impronte digitali per superare tutte le password Web, rendendo il sensore potenzialmente più potente.

Una cosa che non si vede altrove è il sistema di flash Tone Vero nel 5s. Si basa su due flash che lavorano in tandem per determinare automaticamente la combinazione di intensità e luminosità. Ho ottenuto risultati generalmente belli scattando foto con flash, anche se ho notato che qualche volta ha perso un secondo in più prima che la fotocamera in realtà ha catturato la foto.

Scott Stein, CNET:

Il pulsante home touch-ID si sente invisibile, funziona con un rubinetto, in grado di riconoscere il dito da molti punti di vista, e si sente come è più affidabile di sensori di impronte digitali che ho usato su computer portatili. E una impressionante tecnologia. Ha funzionato su tutte le dita, e anche il mio dito del piede (ero curioso).

David Pogue, The New York Times:

La caratteristica più fortemente promossa è il sensore di impronte digitali del 5S, che, ingegnosamente, è integrato nel pulsante Home. Si preme il pulsante Home per attivare il telefono, lasciate il dito lì un altro mezzo secondo, e boom: hai sbloccato un telefono che nessun altro può sbloccare, senza il fastidio di inserire la password. (E sì, una password è una seccatura, la metà degli utenti di smartphone non la imposta.)

La parte migliore è che funziona davvero – ogni singola volta, nel mio test. Non è per niente simile ad altre cosa insoddisfacenti viste in precedenza. E ‘davvero impressionante, i miei nemici possono buttarsi da un molo.

Insomma le prime impressioni sembrano tutte positive, e le caratteristiche più apprezzate sembrano essere il sensore di impronte digitali e il nuovo flash true tone. Ovviamente non appena lo avremo a disposizione, anche noi di TechGenius faremo la nostra video-recensione, quindi come si dice in America, Stay Tuned.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS