Il Bayern è padrone d’Europa, il Chelsea perde ai rigori una gara spettacolo

48
0
CONDIVIDI

Praga – Il Bayern Monaco è padrone d’Europa, nonostante le assenze e nonostante un super Chelsea che fino all’ultimo ha cercato di portarsi a Londra la coppa. Sono passati solo tre mesi dal trionfo in Champions League, ma i bavaresi continuano a vincere, dimenticando la sconfitta in Supercoppa di Germania ma soprattutto dando un segnale a tutta Europa. Pep Guardiola conquista il suo primo trofeo alla guida del Bayern, disputando la migliore partita da quando è alla guida dei campioni d’Europa. Possesso palla intelligente, squadra corta e compatta (anche se mancavano Schweinsteiger, Javi Martinez e Thiago Alcantara) e due fenomeni che si chiamano Arjen Robben e Franck Ribery. Applausi comunque al Chelsea di Josè Mourinho, squadra che esce sconfitta ma assolutamente non ridimensionata. I Blues hanno fatto giocare l’avversario, hanno controllato con ordine ripartendo poi in contropiede. Aveva ragione Guardiola, che in conferenza stampa aveva esaltato le doti tattiche di Mourinho. Anche stavolta il tecnico portoghese non è stato da meno, e senza la zampata di Martinez all’ultimo secondo di gara, avrebbe vinto col Chelsea il suo primo trofeo europeo. Festeggia invece Guardiola, che riesce nell’impresa di vincere la Supercoppa Europea con una squadra tedesca, successo che era sfuggito per ben 7 volte ai suoi predecessori. Il suo Bayern comincia a girare, quando rientreranno tutti i suoi interpreti, allora il tecnico catalano potrà iniziare di nuovo a deliziare l’Europa.

La Gara – E’ stata una partita sontuosa ed elettrizzante fino al 121′. Continui capovolgimenti di fronte, azioni a mille all’ora e parate meravigliose di due portieri straordinari. Il primo a trovare la rete è stato Fernando Torres, che con una girata al volo di destro ha superato Neuer incolpevole sul gol. Il pareggio l’ha realizzato Ribery, forse il migliore in campo della gara. Destro imparabile e partita di nuovo in parità. Il nuovo vantaggio Chelsea è invece una magia di Hazard, con il belga che semina il panico nella difesa bavarese per poi battere con un destro potente un Neuer sorpreso e un po’ colpevole. Il pareggio poi è da libro dell’apocalisse, con il Bayern tutto in avanti a cercare il pareggio e Javi Martinez (entrato nella ripresa) che trova con un tiro di sinistro lo spiraglio giusto. Ai rigori ( ben 5 ) ci pensa Neuer a farsi perdonare l’errore sul gol di Hazard, regalando la coppa al Bayern e la vendetta, sempre ai calci di rigore, della finale di Champions League persa nel 2012.

Bayern: Neuer; Alaba, Dante, Boateng, Rafinha (10’st Javi Martinez); Lahm; Kroos, Muller (25’st Gotze), Ribery, Robben (95’pts Shaqiri); Mandzukic. A disp: Starke – van Buyten,Pizarro, Contento. All. Guardiola

Chelsea: Cech; Ivanovic, Cahill, D Luiz, Cole; Ramires, Lampard (c); Hazard (113′ sts Terry), Oscar, Schurrle (41’st Mikel); Torres (97′ pts Lukaku). A dip.: Schwarzer, Azpilicueta, Essien, Mata. All. Mourinho

Arbitro: Eriksson (sve)
Assistenti: Klasenius e Wammark (sve)

Marcatori: 8’pt Torres (C), 1’st Ribery (B), 93′ pts Hazard (C), 121′ sts Javi Martinez

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS