4.a giornata: Mainz ed Hertha all’attacco della vetta, Schalke – Bayer sfida da brividi

89
0
CONDIVIDI

Dopo il successo del Bayern Monaco nella Supercoppa Europea, si ritorna a parlare di Bundesliga. Martedì c’ stato a Friburgo l’antipasto della 4.a giornata, con il sorprendete pareggio degli uomini di Streich ai danni di un Bayern evidentemente distratto dall’impegno di coppa. Fatto sta che tra oggi e domani, le dirette inseguitrici proveranno a prendersi la vetta approfittando del mezzo falso degli uomini di Pep Guardiola. Ci proverà sicuramente il Bayer Leverkusen, che nella partita più attesa di giornata, contro lo Schalke del neo acquisto Boateng, tenterà di conquistare la nona vittoria consecutiva in campionato e la quarta consecutiva in questa stagione. Non sarà facile però, perchè lo Schalke è in via di guarigione dopo la bellissima vittoria di Salonicco e con il morale a mille per i nuovi acquisti e per la Champions League conquistata. Mancherà il capitano Howedes, squalificato, ma saranno in campo i nuovi acquisti Boateng ed Aogo per portare la Royal Blue al primo successo casalingo della nuova stagione. occhio però alle fatiche di coppa.  Altra partita tutta da seguire quella del Mainz ad Hannover, una sfida tra due squadre votate al bel gioco e con gli ospiti decisi a raggiungere la vetta a punteggio pieno. L’Hannover non disporrà dell’ungherese Hustzi e forse anche del gioiello Diouf, alle prese con qualche problema fisico. Occasione d’oro per un Mainz lanciatissimo e sulle ali dell’entusiasmo. Partita tra i due volti quella tra Wolfsburg ed Hertha Berlino, con gli ospiti in odore di primo posto (qualora non vincessero Mainz e Bayer) ed i padroni di casa vogliosi di invertire subito la solita altalena di risultati. Mancherà Luiz Gustavo nei “lupi” squalificato, con Bas Dost che agirà da unica punta.

“Non andremo a difenderci, non ne siamo capaci”, ha dichiarato Luhukay in conferenza stampa, mettendo subito in chiaro le intenzioni di un Hertha che vuole continuare a sognare in grande. Gara dai grandi nomi quella di M’gladbach, dove un Werder Brema tostissimo se la vedrà contro un Borussia alla ricerca di un equilibrio di risultati e di squadra. Favre ha annunciato che cambierà qualcosa in formazione,  anche perchè segnare al Werder (1 goal subito in 3 partite) è impresa ardua. Robin Dutt festeggia la 100.a panchina in Bundesliga, occasione unica per conquistare qualche bella soddisfazione in trasferta. Partita della Vita invece ad Amburgo, dove i padroni di casa e il fanalino di coda Eintracht Braunschweig, si giocano già un bel pezzo di Bundesliga. Mancherà forse Van Der Vaart tra i padroni di casa, decisi a conquistare la prima vittoria casalinga dopo la reazione d’orgoglio fatta vedere a Berlino. I tifosi, per ora, sono ancora con la squadra, ma oggi qualsiasi risultato diverso dalla vittoria, potrebbe costare anche la panchina Thorsten Fink. Discorso simile per gli ospiti, anche se le assenze si fanno sentire. Tornerà titolare Kumbela, mentre saranno assenti ancora Correia, Gianluca Korte e Matthias Henn. Chiude il quadro Norimberga – Augsburg, con i bavaresi che vogliono vincere il primo scontro diretto per la salvezza. L’Ausgsburg non può più sbagliare, come sottolineato i conferenza stampa dal tecnico Wieinzerl che ha detto di volere una squadra “di fuoco”, pur riconoscendo che il Norimberga in casa, è capace di battere chiunque.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS