Facebook vola a Wall Street: ora vale 100 miliardi di dollari

981
1
CONDIVIDI

Facebook è in espansione, non solo nel web, ma anche in borsa. Infatti, dopo qualche su e giù avvenuto nelle ultime settimane, il titolo di Facebook a Wall Street è volato e il suo valore ha superato i 100 miliardi di dollari.

Il merito di questo enorme traguardo è sicuramente degli investitori del social network, che hanno continuato a dare fiducia a Mark Zuckerberg e hanno creduto nelle prospettive prefissate nei mesi scorsi. I titoli Facebook salgono fino a 41,94 dollari, il livello più alto intraday dallo sbarco a Wall Street e vicino al suo massimo storico di 45 dollari per azione, toccato il giorno della quotazione. Dall’inizio dell’anno i titoli hanno guadagnato il 52% rispetto al +17% dello S&P 500.

nasdaq-sets-aside-$40m-for-facebook-investors

Un’accelerazione della corsa al rialzo si è avuta da luglio, con le azioni che sono salite del 50% dal 24 luglio, quando il social network ha annunciato conti trimestrali superiori alle attese. Nel secondo trimestre i ricavi sono saliti del 53% a 1,81 miliardi di dollari, oltre gli 1,62 miliardi previsti dagli analisti.

Queste le parole degli analisti:

“Il mercato sta acquistando fiducia in Facebook e comincia a vederla come una macchina da soldi nel futuro”.

E infatti è proprio così, Facebook al momento è una vera e propria macchina da soldi, che inoltre viene anche apprezzata dagli utenti, i quali sono fonte di prezioso guadagno. Le cose sono migliorate anche per la campagna Internet.org, che ha lo scopo di portare Internet ad altri 5 miliardi di persone in tutto il mondo, iniziata proprio dallo stesso Mark Zuckerberg. Non c’è dubbio che Internet.org sia una mossa strategica per annullare le voci critiche contro Mark Zuckerber e il suo Facebook, ma non si può non dire che il progetto sia molto importante e se realizzato potrebbe dare beneficio a circa metà della popolazione mondiale.

Ricordiamo che Facebook non è la sola azienda a godere di un grande valore finanziario, poiché in confronto ad Apple e Google, 100 miliardi sono anche pochi. Infatti Apple e Google valgono rispettivamente 450 miliardi e 290 miliardi di dollari, ben al di sopra di Facebook, ma le aspettative degli analisti prevedono l’aumento del titolo per i prossimi anni, che magari potrebbe fare arrivare il valore del social network nelle vicinanze dei due giganti californiani.

Facebook

Il segreto del successo di Apple e Google è stato sempre quello spingere sul pedale dell’innovazione, cosa che Facebook negli ultimi anni ha fatto, ma con scarsi risultati, dal famoso diario, ai vari Facebook Phone, passando per Graph Search. Negli ultimi mesi però, si vocifera di un nuovo progetto in arrivo, che Facebook starebbe già testando, basato su un sistema di pagamento molto simile a quello di PayPal. Il test per ora è su scala limitata e consente di usare le opzioni di pagamento già registrate su Facebook per gli acquisti da app.

Se questo progetto arrivasse potrebbe far schizzare le prospettive di Facebook a livelli molto alti, richiamando non solo molti utenti, che ne troverebbero beneficio, ma anche centinaia di investitori, i quali vorranno subito mettere le mani su una possibile miniera d’oro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • S.V

    Quando finalmente gli investitori si renderanno conto che Fb non vale un fico secco?