Gamescom 2013, giorno 5: fine dei giochi

896
0
CONDIVIDI

Siamo purtroppo giunti alla conclusione della Gamescom 2013, manifestazione che non solo ha svelato molti dettagli interessanti dei più importanti videogiochi al mondo, ma ci ha reso partecipe di varie conferenze stampa divertenti ed energiche.

Come da previsione, questa quinta giornata è stata pressoché spoglia di eventi, dedicata principalmente ai visitatori, arrivati a Colonia per provare in anteprima mondiale tutti i titoli possibili. Questa Gamescom 2013 può essere considerata una delle più divertenti e ricche di notizie degli ultimi anni, sia per la quantità di videogiochi presentati e sia per il momento storico in cui avviene, a cavallo tra una generazione di console e un’altra, grazie a PlayStation 4 e Xbox One, che forse sono state le protagoniste indiscusse della fiera.

Oltre alle console però anche i videogiochi non si sono fatti desiderare, fra tutti troviamo Grand Theft Auto V, in arrivo tra pochi giorni, FIFA 14, anch’esso in uscita tra circa un mese, Assassin’s Creed IV: Black Flag, previsto per la fine di ottobre, Gran Turismo 6, in arrivo a fine 2013, Call of Duty: Ghosts e Battlefield 4 nei negozi in autunno e molti altri affascinanti titoli.

I colpi di scena non sono mancati, sopratutto nelle presentazioni di Sony e Microsoft, dove hanno presentato le proprie partnership con alcuni vari titoli in particolare. Non è passato inosservato infatti, il bundle di Xbox One con all’interno FIFA 14 completamete gratis, oppure un importante taglio di prezzo di PSVita che arriverà a costare 199 euro.

Le presentazioni non si sono limitate solamente alle console di gioco, ma hanno anche spaziato in altri mercati, tra i quali spunta quello degli smartphone, che sta completamente uccidendo il gaming da console mobile, vedi PSVita e Nintendo 3DS, per il quale Electronic Arts ha presentato una nuova versione di Plants vs Zombi in arrivo nei prossimi mesi.

Insomma, anche a questa Gamescom 2013 il divertimento non è mancato e, facendo un torto al titolo dell’articolo, forse i giochi non sono fini, ma sono appena iniziati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS