iPad e realtà aumentata usati nella Chirurgia Epatica

2566
0
CONDIVIDI

Sicuramente sono migliaia i modi creativi e utili di usare iPad e sicuramente l’accoppiata con la realtà aumentata risulta la più azzeccata, tanto che il tablet di Apple é stato è stato utilizzato come parte di un intervento chirurgico al fegato. Com’è andata a finire?

Operazione_fegato_iPad_2I medici, grazie ad una specifica applicazione di realtà aumentata, sono riusciti ad avere su iPad una mappatura 3D dei vasi sanguigni,  anzichè portare in sala operatoria la classica (nonchè statica) foto stampata. Questo ha reso il lavoro dei medici molto più preciso, minimizzando il margine di errore grazie alla “naturale” dinamicità della live-cam e della realtà aumentata. L’ intervento è infine riuscito perfettamente, naturalmente poi il successo dell’operazione sta alle capacità del medico, ma sicuramente la tecnologia  è stata molto d’aiuto per salvare un malato al fegato.

Se vi state chiedendo chi siano i precursori futuristici di -forse- un nuovo tipo di chirurgia, sappiate allora che questa procedura è stata utilizzata in Germania ed è considerato uno dei primi interventi del suo genere. Una parte di merito va , ovviamente, anche allo sviluppatore dell’applicativo, un ricercatore dell’Università “Fraunhofer MEVIS” a Brema. Con l’intervento andato a buon fine, ora, si sta valutando l’impiego di questa tecnologia a realtà aumentata anche per operazioni su altre parti del corpo.

Come sempre, ora, la parola a voi: cosa ne pensate di questa nuova tecnologia in campo medico? La ritenete una pratica affidabile o pericolosa? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

fonte | ubergizmo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS