Steve Ballmer lascia Microsoft: “Ora è il momento giusto”

1164
2
CONDIVIDI

Steve Ballmer ha deciso, lascerà Microsoft entro 12 mesi. Una notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno, la quale però era nell’aria, viste le gravi perdite che la società di Redmond sta avendo in questi ultimi mesi, grazie ai continui fallimenti derivati dalle vendite.

Secondo quanto riporta lo stesso sito della Microsoft, che dà la notizia, la società di Redmond sarebbe già alla ricerca di un successore attraverso un comitato speciale di cui fa parte anche il fondatore della società, Bill Gates. Sino al momento della nomina di un successore alla carica di CEO, Steve Ballmer rimarrà tale, continuando il proprio lavoro.

Una decisione molto sofferta quella di Ballmer, che ha voluto ringraziare il team alle sue spalle in questi ultimi anni e annunciare il suo lascito attraverso una lettera:

“Non c’è mai un momento perfetto per questo tipo di transizione, ma ora è il momento giusto. Ci siamo imbarcati in una nuova strategia con una nuova organizzazione e abbiamo una fantastica squadra dirigenziale. In origine pensavo di andare in pensione a metà del percorso di trasformazione della nostra azienda in una società di servizi e dispositivi. Ci serve un CEO che sia presente più lungo per conseguire questa nuova direzione”.

L’ intenzione da parte di Steve Ballmer di lasciare la società era stata fatta nota già alcuni anni fa, comunicando di voler andare in pensione alla fine degli studi dei propri figli, che al momento però non hanno ancora conferito l’ultimo anno di studi. E’ proprio questa la parte misteriosa dell’addio di Ballmer da Microsoft, che si pensa, non sia stata solamente opera sua, ma anche del consiglio di amministrazione della società, stufo delle gravi perdite.

Bill Gates ritorna quindi, per poco tempo, a tenere le redini della società, con l’amaro compito di scegliere un nuovo CEO, ma non sarà solo. Infatti verrà affiancato anche da John Thompson, ex CEO di Symantec; Chuck Noski, ex direttore finanziario di Bank of America, e Steve Luczo, CEO di Seagate. Naturalmente la ricerca del nuovo CEO non avverrà solamente all’interno della società ma anche all’esterno.

Al momento della notizia i mercati finanziari USA hanno reagito più che positivamente, con le azioni Microsoft in crescità di oltre il 6% alle 17. Insomma, a breve inizierà una nuova era e chi ne sarà l’artefice dovrà lavorare molto sodo per riportare Microsoft allo splendore di una volta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • quentin60

    Comunque non è detto che esca da Microsoft, lascia l’incarico di ceo, ma può darsi che resti nel circuito aziendale con un altra mansione… Ciao Cristiano :-)

    • Cristiano Scarapucci

      Nella lettera rilasciata però è scritto chiaramente: “E’ il momento di andare in pensione” :)